Martedì, 16 Luglio 2024

Pubblica la foto della busta paga su Instagram: licenziato

Wade Groom era il più bravo venditore della Lacoste a New York; ha spiegato come non volesse criticare la sua azienda ma solo denunciare quanto costa vivere nella Grande Mela

La voglia di condividere sui social network documenti sensibili, con le più diverse intenzioni, può costare cara. Molto cara. A volte addirittura il posto di lavoro.

Wade Groom era il più bravo venditore della Lacoste a New York. Ha due figli gemelli di 4 anni e una ex moglie che dopo il divorzio deve oviamente da mantenere.

Lo stipendio che gli veniva corripsoto, a suo dire, non era però soddisfacente. Proprio per questa frustrazione ha deciso di pubblicare le foto della sua busta paga su Instagram. Un'idea sfrotunata, che gli è costata addirittura il licenziamento.

Al Daily Mail Wade ha raccontato: "Guadagnavo circa 1.500 dollari a settimana vendendo magliette ma con quei soldi non ero in grado di mantenere la mia famiglia. Precisamente mi pagavano 15 dollari l'ora e ricevevo il 3 per cento ad ogni commissione durante i miei tre mesi di lavoro".

Dopo la publicazione della foto su Instagram sono passate due due settimane e il manager della Lacoste ha chiamato nel suo ufficio Wade. Licenziato in tronco.

Con le foto pubblicate, sostiene l'azienda, il venditore aveva infranto il contratto che indicava un rapporto di riservatezza. Wade si è difeso, ha spiegato come non volesse criticare la sua azienda ma solo denunciare quanto costa vivere a New York. Il costo della viita per un padre di due bambini divorziato è davvero notevole. Troppo tardi, Wade Groom il lavoro l'aveva ormai perso.

Fonte: Daily Mail →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pubblica la foto della busta paga su Instagram: licenziato
Today è in caricamento