Domenica, 24 Ottobre 2021

Franca Leosini: "Chi si ritrova un ladro in casa e spara ha il diritto di farlo"

Legittima difesa e discrezionalità dei giudici nelle parole della giornalista conduttrice di "Storie Maledette" intervistata da Libero

Da ventiquattro anni Franca Leosini è la signora del noir italiano, grazie alla trasmissione cult "Storie Maledette". In attesa della prossima stagione, la giornalista e conduttrice napoletana è stata intervistata dal quotidiano Libero, rispondendo a qualche domanda sulla legittima difesa: un tema caldo nel governo, mentre in commissione Giustizia sono allo studio diverse proposte di legge. 

Dice Leosini:

Questione controversa. Premetto che avere armi da fuoco in casa è sempre pericoloso (anche se gli omicidi avvengono con le forbici, o i coltelli...). Ma credo che chi si ritrovi un ladro in casa e spari, abbia il diritto di farlo, specie se in pericolo di vita. E l'idea che chi ha sparato per difendersi possa essere processato per omicidio, mi terrorizza. Certo, se il ladro scappa e gli spari alle spalle cambia tutto. Ma in genere mi inquieta la discrezionalità del giudice.

La giornalista affida poi a Libero le sue riflessioni sulla discrezionalità del giudic: 

Io credo nell'autorità giudiziaria e rispetto la legge. Ma in 24 anni di Storie Maledette mi colpisce la disparità di valutazione dei giudici a parità di reato. Anche se è vero che i crimini non sono mai sovrapponibili [...] Sul libero convincimento dei magistrati avrei molto da dire.
 

Fonte: Libero →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Franca Leosini: "Chi si ritrova un ladro in casa e spara ha il diritto di farlo"

Today è in caricamento