Francia, allarme xenofobia: "L'estrema destra prova a imporsi in un Paese sotto shock"

La posizione della destra estrema in Francia è "non si può vivere come una nazione in pace, mentre siamo in guerra". Eppure i francesi stanno reagendo a questo tentativo di manipolazione: l'articolo del Manifesto

Il durissimo messaggio di Francois Hollande, quel "saremo spietati" pronunciato poche ore dopo gli attacchi terroristici al cuore della Francia, che hanno provocato 129 morti, ha fatto pensare a molti osservatori che il presidente francese avesse ben presente i rischi che la Francia corre anche sul fronte della politica interna. Hollande cerca in questi drammatici giorni di "coprirsi a destra", perchè il rischio che la xenofobia prenda piede, e che gruppi di neofascisti identitari e sovranisti provino a imporsi sul territorio, utilizzando i morti di Parigi, è concreto come mai in passato. Lo racconta Francesco Ditaranto, inviato del Manifesto a Parigi. 

La posizione della destra estrema è la seguente, con alcuni distinguo da gruppo a gruppo: "Non si può vivere come una nazione in pace, mentre siamo in guerra". A Pontivy, in Bretagna, sabato ha manifestato il gruppo d’estrema destra identitaria bretone Adsav, il corteo era programmato da tempo. Hanno partecipato solo tra 100 e 150 nazionalisti bretoni, e la manifestazione si è trasformata in breve tempo in una caccia allo straniero: un uomo di origini magrebine è stato pestato da sei nazionalisti bretoni.  "L’hanno preso al collo e si sono sfogati contro di lui". Il timore è che dopo gli attentati di Parigi episodi del genere possano ripetersi e intensificarsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Eppure i francesi stanno reagendo a questo tentativo di manipolazione, che ha l’assurdo retrogusto di una sinistra convergenza d’interessi. A Lille, sempre nel pomeriggio di sabato, i cittadini che partecipavano a un presidio organizzato in omaggio alle vittime di Parigi, hanno cacciato fisicamente un gruppo di estremisti di destra che tentava di entrare nella piazza

Fonte: Il Manifesto →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento