Domenica, 17 Ottobre 2021

Pompieri "eroi" dell'11 settembre sotto accusa: "Malattie inventate per assegni sociali"

La procura ha accusato 106 persone, tra cui 80 tra agenti e vigili del fuoco, di una "maxi frode" del valore di centinaia di milioni di dollari per aver sostenuto falsamente di soffrire di problemi di salute, scrive Usa Today

I vigili del fuoco che dopo l'11 settembre lavorarono senza risparmiarsi tra le macerie del World Trade Center sono degli eroi nazionali negli Usa.

Non tutti meritavano tali onori, in base alle nuove rivelazioni. Un vero scandalo emerge a New York, legato all’11 settembre.

La procura ha accusato 106 persone, tra cui 80 tra agenti e vigili del fuoco, di una "maxi frode" del valore di centinaia di milioni di dollari per aver sostenuto falsamente di soffrire di problemi di salute causati dall’aver prestato soccorso ed essere intervenuti in servizio l’11 settembre.

Nel giro di dodici anni hanno ottenuto illecitamente decine di migliaia di dollari di assegni sociali (soldi dei contribuenti), scrive Usa Today,  sostenendo di non essere più in grado di lavorare per problemi psichiatrici o malattie respiratorie contratte in seguito al crollo delle Torri Gemelli.

La procura della Grande Mela ha però scovato prove e foto, tra le altre, degli agenti e dei vigili del fuoco in vacanza, sorridenti, senza tracce di malattie di alcun tipo.

Fonte: Usa Today →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pompieri "eroi" dell'11 settembre sotto accusa: "Malattie inventate per assegni sociali"

Today è in caricamento