Lunedì, 27 Settembre 2021

Vescovo contro il gay pride, è polemica: "Gli omosessuali sono gente perversa"

Si esprime così dalle pagine del quotidiano online Eleftherotypia, il vescovo Anthimos di Salonicco, uno dei più importanti esponenti religiosi ortodossi della Grecia

L'omosessualità altro non è che  "una perversione dell'esistenza umana". Di conseguenza il tradizionale gay pride in programma nel weekend a Salonicco è "una vergogna e una sfida".

Si esprime così dalle pagine del quotidiano online Eleftherotypia, il vescovo Anthimos di Salonicco, uno dei più importanti esponenti religiosi ortodossi della Grecia.

Non è la prima volta che l'uomo di Chiesa pronuncia frasi omofobiche. Nell'intervista, Anthimos aggiunge: "Mostrate rispetto per la mia posizione e per la mia vita, interamente dedicata alla Chiesa e alla gente, e rispettate il fatto che io mi comporto bene, quindi non mi associate a questa vergogna. Ora è abbastanza. Questa è una perversione dell'esistenza umana".

Sarà un fine settimana teso nella città del nord della Grecia, perché una veglia (a cui forse parteciperà anche il vescovo) è stata organizzata dalle organizzazioni cristiane della città in cattedrale, per protestare contro la manifestazione di orgoglio gay.

In Grecia le polemiche divampano perché già l'anno scorso un ecclesiastico molto noto, il vescovo Metropolita Seraphim del Pireo, aveva dichiarato che l'omosessualità è il "peccato più disgustoso e immondo" , "un'aberrazione innaturale che non si riscontra nemmeno tra gli animali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vescovo contro il gay pride, è polemica: "Gli omosessuali sono gente perversa"

Today è in caricamento