Venerdì, 5 Marzo 2021

Evelina ed Elisabetta, le gemelline siamesi separate: l'emozione dei genitori

Le piccole stanno bene e ora sono tornate a casa. La loro storia

Sono nate con il fegato in comune, dopo mesi di angoscia sono state separate all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Elisabetta ed Evelina, nate ad agosto 2017, ora sono tornate a casa e stanno bene. Le bambine sono nate il 23 agosto a Bergamo e nel reparto di Neonatologia hanno passato i primi mesi della loro vita. Sono venute al mondo unite all’altezza dell’addome con il fegato in comune.

Papà Federico di 37 anni, ex calciatore del Mantova ora proprietario di un’agenzia viaggi a Cremona, e mamma Claudia, docente delle superiori, non hanno mai lasciato le loro manine. Hanno sempre creduto che alla fine le loro piccole ce l’avrebbero fatta, anche se la possibilità di sopravvivenza in situazioni analoghe è stimata al 50%. Il 31 gennaio 2017 le piccoline sono state separate.

Nate due gemelline siamesi: hanno il fegato in comune

“L’incidenza di nascite di gemelli siamesi è stimata in una ogni 200 mila - ha spiegato il medico al Corriere della Sera -. Nel mondo vengono operati dai sei agli otto casi ogni anno. I centri più attivi sono New York e Londra. In Italia questo è il terzo caso in pochi mesi, dopo i due interventi eseguiti al Bambino Gesù di Roma su bambini nati all’estero”. Ora le piccole stanno bene, il 4 marzo sono state dimesse. Di recente sono tornate in ospedale, ma solo per un controllo.

"Hanno vinto la sfida della vita", raccontato i genitori. 

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evelina ed Elisabetta, le gemelline siamesi separate: l'emozione dei genitori

Today è in caricamento