Lunedì, 25 Gennaio 2021
Una bella notizia / Napoli

Gianni Lanciano, il rider picchiato e rapinato e il nuovo lavoro: "Amico mio passa da noi, se ti fa piacere"

"Saremmo contenti di poter esaudire il desiderio di Gianni, di dargli un’opportunità dopo il brutto periodo che ha trascorso"

Gianni Lanciano, foto Ansa

"Voglio tornare a fare il macellaio", aveva detto. E ora Gianni Lanciano, il rider picchiato e rapinato a Napoli, ha una nuova opportunità, perché una macelleria e braceria di Ottaviano, leader del settore, è pronta ad offrirgli un lavoro da macellaio presso la sede di Ottaviano. A darne notizia è il sindaco del comune vesuviano, Luca Capasso, che ha avuto un’interlocuzione con Luciano Bifulco, il titolare dell’azienda.

Gianni Lanciano: il rider picchiato e rapinato a Napoli e il nuovo lavoro da macellaio

Spiega Capasso: "Quello di Bifulco è un marchio rinomato, noto per la professionalità e la serietà: sono disponibili a dare un lavoro a Gianni Lanciano, il rider vittima della rapina, che ha espresso il desiderio di tornare a fare il macellaio. Ci troviamo di fronte ad un atto di grande generosità e sensibilità, che da sindaco mi rende orgoglioso. Appena ho telefonato a Luciano ho trovato subito porte aperte”.

Aggiunge Luciano Bifulco: "Siamo pronti ad assumere Gianni Lanciano e anche altri: cerchiamo professionisti del settore della macelleria e della gastronomia. Saremmo contenti di poter esaudire il desiderio di Gianni, di dargli un’opportunità di lavoro dopo il brutto periodo che ha trascorso".

Nelle scorse ore la polizia ha fermato sei persone sospettate della rapina ai danni del rider a Calata Capodichino, Napoli. Ci sarebbero anche dei minori. Gli agenti della questura hanno anche recuperato il motorino rapinato. L'aggressione è avvenuta nella notte tra il primo e il 2 gennaio, ma è nella serata di domenica 3 che il video ripreso da un balcone è diventato virale anche grazie alla pubblicazione da parte del consigliere regionale dei Verdi Francesco Borrelli. Ed è proprio Borrelli ad aver dato la notizia del fermo dei sospetti rapinatori poco dopo aver incontrato la stampa in piazza Matteotti insieme a Gianni, il rider vittima della rapina. 

"Per 27 anni ho fatto il macellaio nelle grandi catene di supermercati. Sono disoccupato e per questo motivo ho cominciato a fare le consegne. Ringrazio il cuore dei napoletani per le donazioni arrivate. Il mio sogno è quello di tornare a fare il mio lavoro, il macellaio", dice Gianni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte: NapoliToday →

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gianni Lanciano, il rider picchiato e rapinato e il nuovo lavoro: "Amico mio passa da noi, se ti fa piacere"

Today è in caricamento