Giovedì, 24 Giugno 2021

Scandalo alla festa del Partito democratico: si gioca d'azzardo negli stand

"Abbiamo sbagliato" ammette il segretario provinciale del partito, Michele De Pascale

Per due settimane si è giocato d’azzardo alla Festa dell’Unità di Ravenna. C'erano persino mini casinò e una locandina all’ingresso che recitava: "Il piacere di giocare con stile". Le associazione che si battono contro la ludopatia sono sul piede di guerra. Massimo Manzoli, fondatore di un’associazione per la legalità contro il gioco d’azzardo è il primo a segnalare il fatto ma anche altri, ad esempio l’on. Paglia di Sel, attaccano: "In Parlamento il Pd ha affossato ogni ipotesi di riforma del regime del gioco d’azzardo e ha sempre favorito Lottomatica e soci".

Il Pd ha ammesso l'errore e chiesto scusa."Abbiamo sbagliato- ammette il segretario provinciale del partito, Michele De Pascale, sempre sui social network- dentro la Festa dell'Unita' di Ravenna, nella parte destinata agli espositori, e' presente uno stand che pubblicizza una nota sala giochi" della Repubblica di San Marino. "Risparmio a tutti la supercazzola con mille possibili scusanti", continua De Pascale, che sottolinea comunque come "spazi espositivi e raccolta pubblicitaria non sono gestite da noi, ma da un'agenzia esterna". 

In ogni caso, ammette il segretario, "abbiamo commesso un errore nel non vagliare attentamente la lista degli espositori e conseguentemente opporci a questa presenza nella nostra festa. Questo errore non lo commetteremo piu' a partire da questa sera e per gli anni a venire. La lotta contro il gioco d'azzardo e' per noi una priorita' assoluta e siamo chiamati a dare il buon esempio. In questo caso, purtroppo, non lo abbiamo dato".

213028934-5e5591f3-66f2-410a-942a-ba8ef427a567-2

Gallery

Fonte: RavennaToday →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo alla festa del Partito democratico: si gioca d'azzardo negli stand

Today è in caricamento