Giovedì, 28 Ottobre 2021

Generazione choc: i giovani non studiano e non lavorano

L'Istat lancia l'allarme "neet": le persone che non studiano, non lavorano e non sono inserite in un percorso formativo. Tra i 15 e i 45 anni, il 27% delle persone è "neet"

ROMA - Non studiano, non lavorano e non si "formano". Sono i "neet", not in education, empliymentor training, e sono la nuova "emergenza" italiana. A dare l'allarme è l'Istat che rivela come oltre il 27% dei ragazzi tra i 15 e i 34 anni sia "neet". 

Gli under 35 in questa condizione nel terzo trimestre sono 3,75 milioni. Al Sud la percentuale è del 36,2%, oltre 2 milioni di persone.

Consistente l'aumento, più 300mila unità, rispetto al terzo trimestre del 2012 con i giovani in difficoltà che passano da 3,43 milioni a 3,75 milioni toccando la quota record del 28,5% (era 25,8% nel terzo trimestre 2012). 

Il vero allarme è per il Meridione con oltre la metà dei neet (2.010.000 su 3.755.000) che sono al Sud con una percentuale che sfiora il 40% (il 39,6% degli under 35 contro il 36,9 del terzo trimestre 2012). 

Fonte: Istat →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Generazione choc: i giovani non studiano e non lavorano

Today è in caricamento