rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022

Le "giudichesse comuniste" rispondono a Berlusconi: "Eviti ogni dileggio"

Duro botta e risposta tra Silvio Berlusconi e le "giudichesse" della sua sentenza di separazione da Veronica Lario

Berlusconi eviti "ogni espressione di dileggio": respingono ogni insinuazione i tre giudici del Tribunale di Milano, accusati da Silvio Berlusconi di essere "comuniste e femministe" e che hanno deciso la cifra degli alimenti da versare alla ex moglie Veronica Lario nella sentenza di separazione.

"Respingiamo con fermezza ogni insinuazione sulla non terzietà dei giudici del Tribunale di Milano, componenti del collegio giudicante nella causa Bartolini Berlusconi essendo a tutti nota la diligenza e la capacità professionale delle stesse, quotidianamente impegnate nella fatica della giurisdizione nella delicata materia del diritto di famiglia". Lo affermano in un comunicato il presidente del Tribunale di Milano Livia Pomodoro e il il presidente della corte d'appello Giovanni Canzio replicando al Cavaliere.

Berlusconi ieri, nel corso della trasmissione televisiva de La 7 "Otto e Mezzo", aveva parlato per la prima volta della sentenza di divorzio da Veronica Lario e ha attaccato le "tre giudichesse femmiste e comuniste" che hanno deciso gli alimenti per l'ex moglie. "Non sono 100 mila euro al giorno, sono 200 mila al giorno".

Una sentenza e una cifra decisa da "tre giudichesse femministe e comuniste. E' una cosa che sta nella realtà: 36 milioni con un arretrato di 76 milioni. Questi sono i giudici di Milano che mi perseguitano dal '94". Nella causa con Veronica Lario "farò un appello, ma spero di poter trovare un accordo visto che siamo in rapporti civilissimi", ha aggiunto il leader del Pdl.

Pomodoro e Canzio hanno ricordato nella nota la raccomandazione del consiglio d'Europa "che prescrive ai rappresentanti dei poteri esecutivo e legislativo di evitare nel commento delle decisioni ogni espressione di dileggio che possa minare la fiducia dei cittadini nella magistratura e compromettere il rispetto sostanziale delle medesime decisioni".

GUARDA IL VIDEO CON LE DICHIARAZIONI DI SILVIO BERLUSCONI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le "giudichesse comuniste" rispondono a Berlusconi: "Eviti ogni dileggio"

Today è in caricamento