rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022

Giuliano Amato riceve 31mila euro di pensione, ma "piange" per i giovani

Il Fatto Quotidiano, con un articolo a firma di Thomas Mackinson, ci racconta dell'intervento dell'ex presidente del Consiglio Giuliano Amato all'Università romana Luiss

“Pensioni miserabili, i giovani d’oggi dormiranno nelle auto”: così parlò Giuliano Amato, mister 31mila euro al mese. Mentre i pensionati italiani sono alle prese con la beffa dei cud in Rete, la politica continua a regalare loro pillole dal gusto amarissimo. L’ultima l’ha servita proprio oggi su un piatto d’argento Giuliano Amato, già soprannominato mister 31mila euro, lanciandosi in una spericolata campagna a favore dei giovani che l’Inps la guardano solo col binocolo.

Il Fatto Quotidiano, con un articolo a firma di Thomas Mackinson, ci racconta dell'intervento dell'ex presidente del Consiglio Giuliano Amato all'Università romana Luiss.
Un intervento che sta infiammando il dibattito, in rete e non solo, perché a parlare di "pensioni miserabili" è un politico che riceve 31mila euro di vitalizio.

Peccato che lo stesso, già ricordato per i tagli alle pensioni del 1992, solo tre settimane fa fosse finito al centro di una tiratissima polemica legata proprio al suo trattamento previdenziale, manco a dirlo, dorato: 22mila euro di pensione Inpdap e 9mila euro di vitalizio parlamentare (quest’ultimo, sostiene lo stesso Amato a onor del vero, viene destinato in beneficenza).

La platea di studenti ascolta in silenzio mentre mister 31mila euro parla di quelli con una pensione da 400. Ancora, nessun imbarazzo. Tanto che, quando tocca a lui, si fa promotore di una proposta di riequilibrio che passa sempre dalle tasche di altri pensionati, mai le sue. “Basterebbe che il 6% dei contributi totali degli italiani andasse ai pensionati che percepiscono 400 euro al mese per portare i loro assegni a mille euro al mese”, scandisce. Infatti, prosegue Amato, “non è possibile che lo Stato assegni ad alcuni molto più di quello che serve loro e a molti di più dia meno del necessario alle loro esigenze di vita”. Da qui la proposta di “un contributo di solidarietà all’interno del sistema pensionistico”. Non una parola però, su un possibile taglio verticale dei vitalizi dei parlamentari italiani di cui lui stesso fa esperienza diretta, ogni mese, da anni.

Fonte: Il Fatto Quotidiano →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuliano Amato riceve 31mila euro di pensione, ma "piange" per i giovani

Today è in caricamento