rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023

L'ultimo Ferragosto prima della crisi, Tremonti "Cassandra" del Belpaese

"A dieci anni dalla crisi le cause e i problemi sono ancora lì". L'ex ministro dell'Economia del governo Berlusconi, Giulio Tremonti intervistato dal Corriere della Sera, avverte tutti: "Siamo alla vigilia di una crisi finanziaria"

"A dieci anni dalla crisi le cause e i problemi sono ancora lì". L'ex ministro dell'Economia del governo Berlusconi, Giulio Tremonti intervistato dal Corriere della Sera, avverte tutti: a 10 anni dalla grande crisi finanziaria che ha messo in ginocchio il mondo partendo dagli Usa (e che ancora blocca la ripresa in Italia), il pericolo di ricaduta è più concreto che mai. 

Gli italiani sono andati in vacanza con una serie di indicatori tutti positivi, in un’atmosfera assolutamente distesa. "Ma - avverte Tremonti - ignorare l’elemento/criterio della precauzione, fondamentale principio della ragione, è un errore.

"Se allora c’erano numeri eccessivi, oggi sono esplosivi. La finanza sta subendo una mutazione genetica spaventosa. Ci sono tutti gli elementi in cui nascono e poi si creano le bolle. Sarebbe un miracolo se la bolla non ci fosse"

"Siamo in agosto, come nel 2007, e nella tradizione le crisi scoppiano in questo mese, fatalmente negativo. E siamo nella ricorrenza del decennale. C’è un terzo elemento di identità col passato, ed è l’assoluta tranquillità di tutti.  Churchill diceva che non c’erano state due guerre mondiali, ma una sola con un lungo armistizio in mezzo. Ecco, secondo me oggi rischiamo una situazione simile"

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo Ferragosto prima della crisi, Tremonti "Cassandra" del Belpaese

Today è in caricamento