Venerdì, 30 Luglio 2021

A Brancaccio piange pure il cielo, lacrime al funerale di Giuseppe: "Non si può morire così"

Un intero quartiere a Palermo piange per il piccolo di 14 mesi scomparso il 28 febbraio scorso a causa di una meningite

PALERMO - "Non si può morire così", "Buon viaggio verso il Paradiso, campioncino", "Piccolo angelo, vivrai nei nostri cuori". Sono solo alcuni dei messaggi che si leggono nei lenzuoli bianchi appesi in via Conte Federico, tra migliaia di palloncini a forma di cuore. Brancaccio piange la morte prematura di Giuseppe. In centinaia si sono stretti attorno al feretro bianco e ai familiari del bambino. Durante la mattinata, nel consiglio della Seconda circoscrizione è stato osservato un minuto di silenzio in ricordo del bimbo. 

Giuseppe aveva iniziato a stare male già da lunedì, costringendo i genitori a portarlo il giorno successivo all'Ospedale dei Bambini. Nonostante le cure - hanno spiegato dall’ospedale - le sue condizioni generali sono peggiorate rapidamente, tanto da richiedere un trattamento intensivo che ha reso necessario l’immediato trasferimento nel reparto di Rianimazione pediatrica. In appena 12 ore la situazione è precipitata e il piccolo si è spento mercoledì mattina. 

Video di Rosaura Bonfardino (PalermoToday)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte: PalermoToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Brancaccio piange pure il cielo, lacrime al funerale di Giuseppe: "Non si può morire così"

Today è in caricamento