rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023

Il governo Usa avverte l'Italia: "Legami tra Russia e M5s"

L'allarme dell'amministrazione Usa a Roma sulla strategia di destabilizzazione che Mosca avrebbe metto in atto, sostenendo "forze politiche intenzionate a sfidare gli establishment nazionali" per "indebolire nel lungo periodo tanto l’Unione Europea, quanto la Nato"

Fonti governative americane hanno ricostuito con La Stampa e preoccupazioni dell'amministrazione Usa per i "legami fra governo russo e M5S". Secondo l'inviato a Washington Paolo Mastrolilli, gli Usa hanno voluto mettere al corrente Roma dello "l’esteso impegno di Mosca a sostenere forze politiche intenzionate a sfidare gli establishment nazionali", allo "scopo di indebolire nel lungo periodo tanto l’Unione Europea, quanto la Nato".

Gli Usa sarebbero infatti preoccupati per l’influenza che la Russia sta cercando di avere sulle prossime elezioni italiane, nell’ambito di una strategia di interferenza che tocca tutta l’Europa, dopo quella adottata durante le presidenziali degli Stati Uniti".

Secondo La Stampa, infatti, c'è preoccupazinoe per i rapporti che Mosca "sta costruendo con il Movimento 5 Stelle, e con la Lega, che però ha prospettive elettorali inferiori".
Ma l'Italia non è sola, da questo punto di vista.

Scrive Mastrolilli:

Gli obiettivi di Mosca sono tutti i Paesi dove nei prossimi mesi sono in programma le elezioni, che per la loro natura democratica consentono di infiltrare i sistemi politici e cercare di condizionarli. Al primo posto ci sono le presidenziali francesi, dove gli effetti dell’offensiva russa sono già stati pubblicamente notati, con la visita di Marine Le Pen al Cremlino e le informazioni uscite per attaccare l’indipendente Macron. Nel radar degli americani però ci sono anche le presidenziali del 2 aprile in Serbia, il voto di settembre in Germania, e quello che comunque dovrà avvenire in Italia entro la primavera del 2018.  Secondo quanto appurato da Washington, i metodi usati sono diversi. Negli Stati Uniti gli attacchi sono avvenuti nel campo digitale, perché è molto sviluppato e offriva grandi opportunità. Lo stesso sta avvenendo già in Europa, come hanno dimostrato le denunce fatte da Macron. Più difficile è provare eventuali finanziamenti o aiuti diretti per le campagne elettorali e i partiti. 
 

Fonte: La Stampa →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il governo Usa avverte l'Italia: "Legami tra Russia e M5s"

Today è in caricamento