Mercoledì, 4 Agosto 2021

Green Pass per l'accesso ai locali, i ristoratori puntano i piedi: "Ancora una volta passiamo per untori"

L'ira dei titolari di bar e ristoranti all'ipotesi di usare la certificazione verde per consentire gli accessi: "Chi controllerà e farà applicare la norma?"

Foto di repertorio ANSA

"Siamo arrabbiati, a livello nazionale, e anche disuniti. Dovremmo avere la libertà di decidere cosa fare e come farlo, invece ci danno nuovamente obblighi”. A parlare è Matteo Losio, presidente dell'Associazione Ristoratori Fipe Confcommercio Genova, al centro della riflessione - inevitabilmente - l'ipotesi di utilizzare il Green Pass covid anche per l'accesso ai ristoranti.

Il primo paese ad annunciare l'intenzione di consentire l'ingresso nei ristoranti e nei bar solo con la certificazione verde - di vaccinazione, di tampone negativo eseguito nelle 48 ore precedenti o di guarigione dal covid - è stata la Francia. Il presidente Macron ha confermato che il Green Pass verrà presto chiesto per accedere alla stragrande maggioranza dei luoghi pubblici e ai mezzi di trasporto, e in Italia si dibatte della possibilità di applicare la stessa strategia per contenere i contagi ed evitare una nuova ondata con conseguente lockdown.

"Quello che ci lascia stupidi e attoniti è che non esiste che facciano il Green Pass solo per noi - sottolinea amareggiato Losio - Se deve entrare in vigore, deve esserlo per tutto. Altrimenti passa sempre il messaggio che siamo noi gli untori. E abbiamo già dimostrato tante volte che così non è, visto che con le riaperture non è cambiato nulla. E allora perché dobbiamo avere la restrizione?".

Green Pass tra dubbi e responsabilità: "Che facciamo con chi non vuole vaccinarsi?"

I dubbi riguardano inoltre le modalità di applicazione di un'eventuale misura: "Mettiamo il caso di un tavolo con un'intera famiglia. I nonni sono vaccinati, i genitori non hanno finito il ciclo, i nipoti non lo sono ancora. In quel caso cosa facciamo? E se due persone del tavolo il vaccino non vogliono farlo, cosa facciamo? Io sono il primo che ha proposto di vaccinare il personale perché siamo noi a contatto col pubblico, anche per tutelare il personale, ma pensiamo anche ai controlli. Come possiamo fare il filtro? Chi deve comprare i lettori per il Qr Code, chi deve installarlo, chi sostiene le spese?".

I dubbi sono tanti, insomma, ed esasperazione e frustrazione crescono. Soprattutto per lo spettro di nuove chiusure a settembre dopo un'estate più libera: "A me l'estate non basta - sottolinea Losio - Io ho investito soldi, mi sono studiato un'altra attività, con il terrore che a settembre richiudano. Inoltre abbiamo un calo numerico oggettivo di coperti e le stesse spese di come se fossimo a pieno regime. Abbiamo suggerito tante volte a tavoli istituzionali ipotesi per trovare una soluzione, ma a un certo punto anche noi alziamo le mani. E se bisogna copiare da qualcuno, quantomeno che si copi da qualcuno che lavora bene. Almeno, nel nostro lavoro facciamo così”.

La Fiepet: "Non siamo controllori sanitari"

Dello stesso parere anche Fiepet, che si è detta "assolutamente contraria all'adozione di un pass sanitario per i locali. Non è possibile che le politiche di incentivo alla campagna vaccinale passino di nuovo sulla pelle dei pubblici esercizi - ha detto Alessandro Simone, presidente di Fiepet Confesercenti Genova - Chi dovrebbe controllare l'effettiva validità del green pass? La responsabilità della verifica ricadrebbe di nuovo su baristi e ristoratori? Già siamo costretti a sostituirci ai vigili urbani per il controllo degli ingressi, ora non possiamo trasformarci anche in controllori sanitari".

"Se la proposta dovesse essere effettivamente applicata - prosegue Simone - ci ritroveremo davanti all'ennesimo paradosso del liberi tutti nei supermercati e sugli autobus dove nessuno è in grado di far rispettare il distanziamento, e dei controlli alla frontiera per bar e ristoranti. Le pandemie si combattono con il buon senso, non con operazioni di facciata a scapito degli imprenditori privati".

Fonte: GenovaToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green Pass per l'accesso ai locali, i ristoratori puntano i piedi: "Ancora una volta passiamo per untori"

Today è in caricamento