Un ragazzino di 17 anni ha hackerato Twitter

Graham Ivan Clark era riuscito ad entrare negli account Twitter di personaggi noti per sollecitare soldi sotto forma di bitcoin

Sono 30 i capi d'accusa, tra cui frode e uso fraudolento delle informazioni, mossi contro un 17enne sospettato di essere la "mente" dietro un attacco Twitter altamente sofisticato e senza precedenti compiuto a metà luglio.
Le autorità della contea di Hillsborough, con capoluogo Tampa, in Florida, dove vive il giovane che è stato arrestato, hanno nel frattempo reso pubblica la sua foto e la sua identità nome: si chiama Graham Ivan Clark. Altri due ragazzi, anch'essi arrestati, lo avrebbero aiutato ad hackerare i profili del social network di alcune celebrità, tra cui Barack Obama, Bill Gates ed Elon Musk.

Sono il 19enne britannico Mason "Chaewon" Sheppard e la 22enne Nima Fazeli della Florida. Finora i dati di Clark non erano stati resi pubblici perché minorenne.

Il procutratore di Stato di Hillsbourough, Andrew Warren, ha avvertito: "Clark, la mente, vive qui a Tampa, ha commesso qui i reati e qui sarà processato. Sarà l'ufficio del procuratore dello Stato ad occuparsi di questo caso, invece che il procuratore federale, perché la legge della Florida ci dà più flessibilità per trattare un minore come un adulto in un caso di frode finanziaria come questo".

Clark è riuscito ad entrare negli account Twitter e a controllarli, usando poi le identità di personaggi noti per sollecitare soldi sotto forma di bitcoin, promettendo di restituire il doppio della somma sempre in bitcoin. Ha raccolto il denaro e non l'ha mai restituito. Non è un "comune" 17enne, ha sottolineato il procuratore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra gli altri account violati anche quelli di Jeff Bezos, Joe Biden e di Kim Kardashian. Per tutti era stato pubblicato un falso tweet con una richiesta di donazione in bitcoin.

Fonte: cbsnews →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento