rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022

Hamas dichiara guerra ai tagli di capelli "trendy"

Negli ultimi giorni una decina di giovani palestinese sono stati picchiati e condotti nei commissariati, altri rasati in pubblico come monito per i "dissidenti del taglio di capelli"

Niente tagli di capelli "trendy" e all'occidentale, basta gel, ma anche il bando ai pantaloni a vita bassa: la polizia islamica di Hamas ha indurito la sua lotta alla "libertà d'espressione" dei giovani di Gaza, decidendo di colpire duramente non solo le ragazze, vittime da sempre del moralismo integralista, ma anche le scelte "modaiole" dei ragazzi.

Negli ultimi giorni una decina di giovani sono stati fermati per tali motivi: alcuni sono stati picchiati e condotti nei commissariati, altri rasati in pubblico come monito per i "dissidenti del taglio di capelli".

Il Centro palestinese per i Diritti Umani ha denunciato queste azioni di Hamas: "La polizia palestinese ha fermato diversi giovani, in varie zone della Striscia di Gaza, e li ha presi in custodia, dicendo che il loro tagli di capelli erano inadegati", ha denunciato il gruppo. "Alcuni sono stati costretti a firmare dichiarazioni in cui assicurano che non si faranno mai più crescere i capelli o acconciature strane".

Fonte: Sky News →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hamas dichiara guerra ai tagli di capelli "trendy"

Today è in caricamento