Mercoledì, 3 Marzo 2021

Hikikomori, la sindrome che non ti fa più uscire di casa affligge già 100mila ragazzi

Hanno tra i 12 e i 30 anni e volontariamente smettono di andare a scuola, di avere amici e di relazionarsi con la famiglia. Sono gli Hikikomori ​

Adolescenti che vivono isolati nelle loro camere per mesi o anni: sono gli Hikikomori ed è una sindrome che sta letteralmente esplodendo in Italia.

La malattia - il cui nome preso in prestito dal giapponese significa "stare in disparte" - colpisce i giovani tra i 12 e i 30 anni che, volontariamente, smettono di andare a scuola, di avere amici e relazionarsi con la famiglia. 

"Alla base dell'isolamento c'è sempre una fobia scolare o sociale, sono questi i primi segnali di riconoscimento" spiega a Tgcom24 Valentina Di Liberto, sociologa e fondatrice di "Hikikomori Coop Sociale Onlus", centro che si occupa di nuove dipendenze patologiche e di problematiche relazionali. 

"I ragazzi, di età compresa tra i 12 e i 30 anni, iniziano a sentirsi inadeguati verso la società che li circonda, manifestano problemi di relazione e non si piacciono fisicamente. Si percepiscono come brutti. Poco alla volta i sintomi diventano psicosomatici, causando mal di testa o mal di pancia, generalmente prima di andare a scuola o all'università e se il problema non viene riconosciuto subito il giovane comincia ad assentarsi. È la prima fase dell'isolamento".

C'è chi si chiude nella propria stanza passando il tempo su internet o a giocare ai videogame ma il tratto comune è la difficoltà a gestire le proprie emozioni: "Un brutto voto o un rimprovero da parte di un genitore diventano scogli insormontabili - spiega ancora Valentina Di Liberto che rileva come siano circa 100mila gli adolescenti che hanno sviluppato in Italia i sintomi dell'Hikikomori.

Fonte: TgCom24 →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hikikomori, la sindrome che non ti fa più uscire di casa affligge già 100mila ragazzi

Today è in caricamento