rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021

Ibrahimovic segna e "spara" alla panchina avversaria

Ibra va in gol contro il Tolosa e poi sfida la panchina avversaria mimando con le dita una pistola. L'attaccante è stato convocato dalla Disciplinare per spiegare il gesto

PARIGI - Nervoso è nervoso, ci sono pochi dubbi. E quando "mi arrabbio ho delle reazioni che possono sembrano negative ma sono fatto così". Zlatan Ibrahimovic, attaccante del Psg, si confessa all'Equipe e prova a mettere a tacere le polemiche che lo hanno coinvolto dopo un'esultanza particolare. 

Dopo avere segnato nell'ultima partita del Psg, contro il Tolosa, Ibra ha sfidato la panchina avversario imitando, con le dita, una pistola. In Francia si è scatenato il putiferio e la Disciplinare ha convocato il giocatore ex Inter, Milan e Juve per spiegare quel gesto.

Una spiegazione che Ibrahimovic ha anticipato all'Equipe. 

"Ma siete voi che l'avete interpretata così - riprende la  Gazzetta - Quelle dita potevano significare molte altre cose. Quando mi arrabbio ho delle reazione che possono sembrare negative ma sono fatto così. Ma la cosa più importante è, indipendente dal modo, comunicare ed esprimere quello che si pensa".  

Sempre che non si pensi di sparare alla panchina avversaria. 

Fonte: Gazzetta dello Sport →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ibrahimovic segna e "spara" alla panchina avversaria

Today è in caricamento