Venerdì, 23 Luglio 2021

Come un eremita: Igor in carcere legge la Bibbia e salta l'ora d'aria

Trasferito in una struttura di massima sicurezza e guardato a vista, il killer di Budrio non ha mai chiesto di parlare con qualcuno e passa il tempo in cella a leggere la Bibbia

Norbert Feher, alias Igor il russo, dal 15 dicembre è detenuto in Spagna dopo essere stato arrestato dalla Guardia Civil. In  cella, Norbert/Igor legge la Bibbia, non chiede di nessuno e non esce mai nel cortile per l'ora d'aria, come scrive Il Resto del Carlino. 

Dopo alcuni giorni nel carcere di Teruel, le autorità spagnole hanno deciso di trasferire il criminale in una struttura di massima sicurezza, considerata l'estrema pericolosità del soggetto. Il suo isolamento è rotto solo dall'arrivo dei pasti. Da quando è arrivato non ha chiesto di comunicare con nessuno, né familiari né avvocato. Non ha nemmeno voluto la tv in cella, un diritto garantito a tutti gli altri detenuti. L'unica cosa che ha voluto è stata una Bibbia.

C'è Igor "dietro" ad altri tre omicidi irrisolti? 

La porta di ingresso è di metallo e si può chiudere meccanicamente dal posto di guardia. All’interno della stanza c’è una sola finestra, apribile ma protetta da sbarre. Il letto è fissato alla parete e ha un materasso di spuma. Nell’angolo toilette, ha un wc, un lavabo, una doccia e uno specchio di plastica fissato al muro. L’armadio e le mensole sono in opera e fatte di un materiale molto solido. Il personale del penitenziario controlla il detenuto attraverso uno spioncino di vetro blindato.

Ogni giorno la cella di Igor il Russo viene perquisita e controllata da cima a fondo e gli agenti in servizio non escludono la possibilità che possa procurarsi un'arma o qualcosa con cui fare male a se stesso o ad altri. 

Fonte: Il Resto del Carlino →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come un eremita: Igor in carcere legge la Bibbia e salta l'ora d'aria

Today è in caricamento