rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024

Il concertone della discordia: Alemanno minaccia di cancellare l'evento del Primo Maggio a Piazza San Giovanni

Vigilia di concertone al sapor di polemiche e vetriolo per il primo maggio a piazza San Giovanni. Da un lato i controlli sul palco e dall'altro la proposta di spostarlo a Tor Vergata. Si preannunciano così le consuete polemiche sul concerto che dall'evento musicale investono il campo politiche.

Mai come quest'anno il tradizionale concerto del Primo Maggio a Piazza San Giovanni a Roma è al centro delle polemiche.
Ce ne dà conto Roma Today:

Concerto Primo Maggio 2012: polemiche sui sindacati

Otto denunce e 43 mila euro di multa, per mancata osservanza delle misure a tutela dei lavoratori, è il bilancio dei controlli effettuati ieri dai carabinieri del Nucleo Operativo per la tutela del lavoro di Roma nell'area di piazza San Giovanni dove è in fase di installazione il palco. Irregolarità "fisiologiche", assicurano oggi gli organizzatori dell'evento, "per un cantiere di tali dimensioni, con 180 lavoratori regolarmente contrattualizzati".

Concerto Primo Maggio 2012: polemiche sui sindacati
Ma è soprattutto lo scontro tra Alemanno e i sindacati sul pagamento dei servizi di pulizia, protezione sanitaria, occupazione di suolo pubblico e trasporti aggiuntivi a riscaldare il clima.
Così si è espresso, intervenendo nella polemica, il deputato del Pdl Marco Marsilio:

Bene ha fatto il sindaco Alemanno a chiedere a Cgil, Cisl e Uil il rispetto delle regole e il pagamento di quanto dovuto per i servizi di pulizia, protezione sanitaria, occupazione di suolo pubblico e trasporti aggiuntivi per il concerto del Primo Maggio. Tutti gli organizzatori di eventi a Roma - aggiunge -, grandi o piccoli che siano, dalle associazioni di volontariato cattoliche ai partiti politici, passando per le organizzazioni sportive e no profit, sono tenuti a pagare i costi sostenuti dall'Amministrazione. Solo i sindacati, con arroganza e prepotenza, pretendono di esserne esentati a danno dei cittadini romani, nonostante il concerto del Primo Maggio sia diventato un evento prevalentemente commerciale, che incassa ingenti diritti televisivi da un'azienda pubblica come la Rai e risorse importanti da sponsor privati.

Concerto Primo Maggio 2012: polemiche sui sindacati
In una Concerto Primo Maggio 2012: polemiche sui sindacati
una nota congiunta
, i presidenti delle Commissioni Cultura e Ambiente di Roma Capitale, Federico Mollicone e Andrea De Priamo (PdL)

Potrebbe interessarti: https://www.romatoday.it/politica/primo-maggio-2012-sindacati-polemiche.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809
, avevano polemizzato con i sindacati e si erano spinti a chiedere, per il futuro, che il concertone non si tenga più a Piazza San Giovanni:

Chiunque organizzi un evento a Roma, nessuno escluso, deve pagare i costi dei servizi all'Amministrazione capitolina, soprattutto chi da esso ne trae un profitto commerciale considerevole. Siamo favorevoli ai grandi eventi, soprattutto se musicali, purché si svolgano nei luoghi più adeguati della città, nel rispetto delle regole, del decoro e della residenzialità. Per questo, oltre al pagamento dei servizi aggiuntivi, pena il sequestro del cantiere - concludono -, ribadiamo la nostra proposta di spostare definitivamente il concerto a Tor Vergata o al Circo Massimo

Alemanno minaccia addirittura di revocare l'autorizzazione allo svolgimento del concerto, ma dai sindacati si risponde con un sostanziale silenzio. Il motivo? Polemicamente Jacopo Granzotto su Il Giornale avanza questa ipotesi:

Tanto Cgil, Cisl e Uil sanno bene che cancellare il concerto a poche ore dal primo maggio, con molti giovani in arrivo da tutta Italia, si trasformerebbe in un problema di ordine pubblico difficilmente gestibile. Alla peggio pioverà

Fonte: Roma Today →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il concertone della discordia: Alemanno minaccia di cancellare l'evento del Primo Maggio a Piazza San Giovanni

Today è in caricamento