Venerdì, 24 Settembre 2021

Immigrati, cresce la paura: il 46% degli italiani si sente in pericolo

Lo rivela un’indagine dell’Osservatorio europeo sulla sicurezza, curato da Demos, che viene diffusa da Repubblica

Quasi la metà degli italiani si sente in pericolo quando pensa all’immigrazione. Lo rivela un’indagine dell’Osservatorio Europeo sulla Sicurezza, curato da Demos con Fondazione Unipolis e Osservatorio di Pavia, riportata da Repubblica.

Nelle ultime settimane, nonostante il calo degli sbarchi, la percezione di insicurezza suscitata dagli immigrati ha raggiunto gli indici più elevati da 10 anni a oggi: il 46%. Tornando indietro nel tempo, l’indice più elevato si era registrato nel 2007 (51%) e nel 1999 il timore degli immigrati risultava altrettanto diffuso, ricorda Repubblica. “In entrambi i casi si trattava di stagioni elettorali molto ‘calde’” e oggi, nonostante fatti recenti come quelli di Rimini, “non bisogna dimenticare il calendario politico” perché “in primavera si vota per eleggere il nuovo Parlamento”.

In più, l’Osservatorio di Pavia rivela che nell’ultimo mese e mezzo nel 10% dei servizi dei telegiornali si parli di immigrazione, mentre nel 2016 la percentuale era dell’8%. “Così, non sorprende il grado elevato di inquietudine verso gli immigrati rilevato da questo sondaggio. Né il sensibile calo di consenso verso la concessione della cittadinanza ai figli di immigrati, nati in Italia”, conclude Ilvo Diamanti su Repubblica. 

Non solo: 

'Daltronde l'impronta sociale della xeno-fobia - letteralmente: paura dello straniero - appare evidente, dai dati del sondaggio. Cresce fra le persone più anziane, soprattutto: con un grado di istruzione più basso. Ma è la posizione politica a marcare le divisioni più evidenti. Gli immigrati: generano "paura" e "paure" più marcate a destra. Fra gli elettori della Lega (3 su 4), ma anche dei FdI e di Fi (64 -69%). All'opposto, il senso di insicurezza scende sensibilmente a Sinistra, in primo luogo nella base del Pd. Mentre l'elettorato del M5s, politicamente trasversale, è diviso a metà: fra accoglienza e paura. La paura verso gli immigrati, infine, si associa all'apertura ai diritti di figli (nati in Italia) degli immigrati. Fra chi non ha paura, il consenso allo Ius soli sale fino al 77%. Mentre fra chi ha più paura degli altri si riduce a poco più del 27%.

Fonte: La Repubblica →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immigrati, cresce la paura: il 46% degli italiani si sente in pericolo

Today è in caricamento