Domenica, 20 Giugno 2021

Vita di lusso con le offerte dei fedeli, sacerdoti beffati da tre migranti

Chiedevano denaro per pagare i funerali dei parenti o per partecipare a corsi di formazione sul territorio. Truffati decine di sacerdoti del nord-est

Chiedevano denaro per pagare i funerali dei parenti o per partecipare a corsi di formazione sul territorio, o ancora per essere aiutati nell'assistenza sanitaria privata. E quei parroci, impietositi dai loro racconti, gli elargivano laute somme in “beneficenza”.

Purtroppo però era tutta una truffa, una vera e propria beffa per decine di sacerdoti del nord-est che hanno sborsato decine di migliaia di euro pensando di fare opere caritatevoli. 

I carabinieri di Castelfranco Veneto sono riusciti a scoprire gli autori del raggiro: si tratta di tre tunisini residenti nel Veneto, tra Belluno e Treviso. Dalle indagini è emerso che quel denaro, donato con tanta munificenza, non veniva utilizzato per risolvere problemi contingenti, ma per la cosiddetta "bella vita". 

SOLDI DELLE OFFERTE - Molti dei sacerdoti coinvolti in realtà si erano accorti dell'imbroglio ma hanno preferito tacere. Solo davanti alle forze dell'ordine hanno sporto denuncia confessando di aver sborsato grosse somme di denaro, spesso provenienti dalle offerte dei fedeli. Alcuni di loro avrebbero persino prelevato denaro dal Fondo di Solidarietà delle proprie parrocchie. 

Fonte: TrevisoToday →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vita di lusso con le offerte dei fedeli, sacerdoti beffati da tre migranti

Today è in caricamento