Lunedì, 25 Gennaio 2021
Bologna

"Venite, ho commesso un omicidio": lo scherzo di Halloween gli costa caro, finisce malissimo

A Imola un giovane italiane di 27 anni è stato denunciato per procurato allarme. La burla ai carabinieri avrà conseguenze

Non è stata una grande idea, poco ma sicuro. "Ho commesso un omicidio": questo il contenuto della telefonata ricevuta da un operatore della centrale operativa del 112, la notte tra sabato 31 ottobre e il 1° novembre, quella di “Halloween”. 

Imola: denunciato per procurato allarme

Inevitabile l'intervento della pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile. Quando i militari hanno raggiunto l'indirizzo indicato in via Emilia a Imola, hanno trovato su una panchina lungo la strada un 27enne italiano "piegato in due dalle risate".

Aveva deciso, per "festeggiare" a modo suo la ricorrenza di Halloween, di fare uno scherzo ai carabinieri. Per lui è finita malissimo la serata: è stato denunciato per procurato allarme presso l’autorità, art. 658 del Codice penale: “Chiunque, annunziando disastri, infortuni o pericoli inesistenti, suscita allarme presso l’Autorità, o presso enti o persone che esercitano un pubblico servizio, è punito con l’arresto fino a sei mesi o con l’ammenda da euro 10 a euro 516”.

Probabilmente l'anno prossimo si limiterà al più classico "dolcetto o scherzetto".

Fonte: BolognaToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Venite, ho commesso un omicidio": lo scherzo di Halloween gli costa caro, finisce malissimo

Today è in caricamento