Lunedì, 8 Marzo 2021

"Offro 1.500 euro al mese ma gli italiani rifiutano perché non vogliono fare i turni"

Lo sfogo dell'imprenditore Mirco Bannini: "Abbiamo assunto otto persone. Ma due hanno rinunciato dopo poche settimane. Me l'hanno detto chiaramente, non se la sentivano di fare i turni, di lavorare anche nei festivi"

A gennaio ha lanciato un appello tramite i giornali perché non riusciva a trovare otto operai che lavorassero facendo i turni di notte nella sua azienda che produce tappi per distillati a Mombaroccio, in provincia di Pesaro. Subito dopo era stato sommerso di cv per posti di lavoro che offrivano dai 1450 ai 1550 euro netti, per 40 ore settimanali, ma oggi, a mesi di distanza da quell'appello, Mirco Bannini è tornato a sfogarsi con i giornali: "Abbiamo assunto otto persone. Ma due hanno rinunciato dopo poche settimane. Me l'hanno detto chiaramente, non se la sentivano di fare i turni, di lavorare anche nei festivi", ha detto a La Nazione, ripreso poi dall'Huffington Post. 

Lavoro offresi, ma nessuno risponde: ecco i mestieri più ricercati 

Bannini ha raccontato di aver ricevuto più di 900 candidature, ma in molti poi si sono tirati indietro già durante la prima scrematura, fatta con un questionario online, perché non volevano lavorare a turni o nei festivi. Altri addirittura perché consideravano eccessiva la distanza della fabbrica rispetto all'indirizzo di casa ("La distanza più lunga era di 11 chilometri", dice l'imprenditore). 

"Offro lavoro a tempo indeterminato e non trovo personale, cascano le braccia" 

Siamo rimasti amareggiati. Forse si trattava di persone che non avevano davvero bisogno. I nostri operai per un terzo sono extracomunitari, ci troviamo benissimo. Loro sì che hanno bisogno

Fonte: Huffington Post Italia →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Offro 1.500 euro al mese ma gli italiani rifiutano perché non vogliono fare i turni"

Today è in caricamento