Martedì, 15 Giugno 2021
A 44 anni

Da imprenditore a rider a causa del covid, la storia di Fabrizio

A 44 anni ha dovuto chiudere la sua impresa di servizi postali e reinventarsi: oggi lavora facendo le consegne e si batte per i diritti dei lavoratori come lui

Foto di repertorio Ansa

Nel giro di pochi mesi la vita di Fabrizio D’Agata è cambiata. Prima della pandemia era un imprenditore di successo e gestiva una società che offriva servizi postali a Catania, oggi fa il rider.

In quell'azienda D’Agata aveva investito sogni e risparmi, poi “il nostro lavoro è calato vistosamente fino a quando siamo stati costretti a chiudere”, racconta al Corriere della Sera. “È come aver perso un pezzo della mia vita, un affetto professionale a cui avevo dedicato tutto me stesso”, ammette.

Ma D’Agata non si è perso d’animo e ha deciso trovare il primo possibile un nuovo lavoro e iniziare una nuova vita, a 44 anni. “Salgo in sella al mio motorino e parto. Non ho vergogna, perché credo che qualsiasi lavoro abbia una propria dignità, però a volte è umiliante entrare nelle case a portare pizza e spaghetti - spiega -  Non l’avevo mai fatto e ritrovarmi a guadagnare 30 euro al giorno, sperando nelle mance delle persone, non è per nulla facile”.

Da imprenditore a rider a 44 anni

Non sono poche le persone come D’Agata che alla soglia dei cinquant’anni hanno trovato lavoro come rider, chi dopo aver perso il proprio impiego o chi in cerca di un modo per arrotondare in tempi di pandemia, spiega Yiftalem Parigi, primo sindacalista Cgil eletto tra i rider. 

Pochi giorni fa durante una consegna Fabrizio ha avuto un incidente ed è caduto, facendosi male a una gamba. Non potendo effettuare le consegne, in questo momento non sta guadagnando. Presto tornerà in sella, ma Fabrizio vuole battersi affinché i rider abbiano più diritti e prossimamente avrà un incontro con l’azienda per parlare di questo. “Se ci fossero contratti normali sarebbe un lavoro dignitoso con un reddito sufficiente per vivere - dice - Ci credo in questo lavoro e voglio continuare a farlo". 

Con la sua esperienza, Fabrizio D’Agata vuole lanciare un messaggio a chi come lui si è trovato in un momento di difficoltà, nella convinzione che una vita d’uscita di trova sempre anche nella peggiore situazione: “La soluzione ce la dobbiamo trovare da soli, con forza e orgoglio”. 

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da imprenditore a rider a causa del covid, la storia di Fabrizio

Today è in caricamento