Domenica, 25 Luglio 2021

Fiamme in Cile, distrutta Casa Italia: storico patrimonio della comunità italiana

Dopo essere stato a lungo un luogo simbolo per gli italiani in Cile, l'edificio negli ultimi anni è stato abbandonato ed è al centro di una battaglia legale. Costruito nel 1916, le fiamme lo hanno devastato quasi completamente

Casa Italia avvolta dalle fiamme in una delle foto pubblicate su Twitter

Un vasto incendio ha distrutto nella giornata di ieri, domenica 8 dicembre, secondo piano ed al tetto di 'Casa Italia' a Viña del Mar, località balneare a nord di Santiago del Cile. Al momento le autorità stanno indagando sulle cause del rogo, ma le immagini che arrivano dai social sono strazianti.

Il palazzo, considerato un patrimonio architettonico della città cilena, era anche un punto di riferimento per la comunità italiana in Cile. Secondo il quotidiano locale El Observador, le fiamme avrebbero danneggiato l'80% dell'edificio: per domarle è servito l'intervento di nove mezzi dei vigili del fuoco.

Nel secolo scorso Casa Italia era diventata il centro nevralgico degli immigrati italiani che avevano deciso di trasferirsi a Santiago del Cile, rimanendo nel tempo un simbolo della comunità tricolore. L'edificio, costruito nel 1916 dalla famiglia Werner, venne acquistato dalla comunità italiana nel 1966. Da quel momento in poi fu un luogo di incontro, riunione e comunione.

Negli ultimi anni Casa Italia ha però subito un decadimento a causa dello stato di abbandono in cui versa dopo essere stata utilizzata come centro scolastico. Negli ultimi tempi era abitata da gruppi di clochard, anche se l'edificio è al centro di una battaglia legale fra l'amministrazione comunale della città, che intende demolirlo, e la comunità italiana, che ovviamente si oppone a questa decisione.

Fonte: El Observador →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiamme in Cile, distrutta Casa Italia: storico patrimonio della comunità italiana

Today è in caricamento