Martedì, 26 Gennaio 2021

Il coraggio di Daniele: sfida le fiamme per salvare due coniugi. E Totti lo ringrazia

Il ragazzo, 24 anni, ha parlato della sua esperienza a RomaToday: "Ho rischiato tanto ma lo rifarei. Non mi sento un eroe"

L'appartamento andato a fuoco nel quartiere Centocelle, a Roma

"Non mi sento un eroe, ho solo seguito il mio istinto",  ma "a freddo posso dire di aver rischiato tanto: sarebbe bastata un’esplosione per mettere a serio rischio la mia vita". Lo racconta a RomaToday Daniele Catarucci, il ragazzo di 24 anni che mercoledì ha soccorso e portato in salvo due inquilini, marito e moglie, dopo che l’appartamento in cui abitavano i coniugi, nel quartiere di Centocelle, è andato a fuoco.    

La notizia del salvataggio compiuto dal giovane, in poche ore, ha fatto il giro del quartiere e in molti gli hanno inviato messaggi di stima e affetto. Tra questi anche Francesco Totti, con un video messaggio su Instagram.

totti-horz-3-2

"Ero fuori dalla tabaccheria" racconta Daniele. "Quando mi sono affacciato ho visto il fuoco e l’istinto mi ha detto di salire su immediatamente. Fortunatamente insieme a me sono accorsi anche altri due condomini. Per le scale non si poteva respirare. Quando siamo arrivati davanti all’appartamento, abbiamo bussato con forza. All’improvviso è uscita la proprietaria di casa, visibilmente intossicata. A fatica, la signora è riuscita a dirci che all’interno dell’appartamento era presente il marito, Venanzio".

A quanto sembra i due coniugi sono ancora in ospedale: la donna ha riportato solo alcune ustioni ai piedi, il marito invece ha ustioni sul 75% del corpo ed è in terapia intensiva. 

Il racconto del giovane: "Abbiamo pensato che fosse morto"

"Il fuoco era da tutte le parti - racconta il 24enne -. La nostra fortuna è stata quella di trovare il signore per terra a metà dell’ingresso. Era sdraiato ma non sembrava una persona: il corpo era completamente nero a causa del fumo e delle ustioni. Successivamente lo abbiamo preso per le gambe e tirato subito fuori. Mia madre è poi sopraggiunta portandoci un po’ d’acqua che abbiamo versato sul signore: da lì ci è sembrato ancora vivo. All’inizio avevamo pensato che fosse morto".

"Una volta sceso dalle scale ho avuto un malore, a causa del fumo respirato e dell’adrenalina. Arrivato in ospedale, i medici hanno trovato molto monossido di carbonio nei miei polmoni. Per questo motivo ancora non mi sento bene". 

Daniele è consapevole di aver rischiato molto, ma non ha dubbi: "Lo rifarei". La morale? "Quest’esperienza mi ha insegnato che la vita può cambiare da un momento all’altro. Ce la dobbiamo vivere al massimo ogni giorno". 

Incendio a Centocelle, la dedica di Totti al ragazzo che ha salvato due coniugi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte: RomaToday →

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il coraggio di Daniele: sfida le fiamme per salvare due coniugi. E Totti lo ringrazia

Today è in caricamento