rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021

Il treno deragliato andava troppo veloce: a 130 con limite a 48km/h

Le autorità che indagano sulla tragedia di New York hanno riferito in conferenza stampa sulla dinamica dell'incidente nel Bronx. Non è ancora chiaro se si sia trattato di un errore o di un guasto

Il treno deragliato domenica mattina sulla linea Metro North di New York, nel Bronx, "andava a una velocità di 132 chilometri orari, quasi tre volte il limite consentito su quel tratto". A spiegare la dinamica dell'incidente è stato, in conferenza stampa, Earl Weener, membro della National Transportation Safety Board, agenzia investigativa del governo federale deputata a far luce sugli incidenti di mezzi di trasporto come navi, aerei e treni.

Se ormai è chiaro che è l'alta velocità ad aver causato il deragliamento del treno in curva - con la conseguente morte di quattro persone e il ferimento di decine di passeggeri - resta ancora da verificare se si tratta di un tragico errore del macchinista o di un guasto alla strumentazione. "In generale, il limite di velocità consentito su quella linea, anche su un tratto rettilineo, sarebbe stato al massimo di 112 chilometri orari".

Weener ha inoltre spiegato che "è iniziato l'interrogatorio del macchinista, William Rockefeller, che dovrà continuare e che sono già stati effettuati i test per l'assunzione di alcool e droghe, ma i risultati non sono ancora disponibili".

Fonte: New York Times →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il treno deragliato andava troppo veloce: a 130 con limite a 48km/h

Today è in caricamento