Mercoledì, 12 Maggio 2021
La storia / Francia

Julie e Mickaël, innamorati grazie a un tampone: "Senza la pandemia non ci saremmo mai incontrati"

Julie e Mickaël si sono conosciuti lo scorso novembre quando lei si è dovuta sottoporre al test per il coronavirus e per entrambi è stato amore a prima vista

Sulla carta è una delle situazioni meno romantiche che si possano immaginare. Eppure i francesi Julie e Mickaël si sono conosciuti e innamorati proprio grazie a un tampone molecolare per il coronavirus. Il loro è stato un vero e proprio colpo di fulmine, che ha superato la tensione del momento, il fastidio del tampone, e le mascherine.

Tutto è iniziato a novembre 2020, quando l'infermiera 21enne Julie Bongiovanni ha saputo che un suo collega aveva contratto il coronavirus e che quindi lei avrebbe dovuto sottoporsi a un tampone e si è recata al centro tamponi allestito a Belfort, vicino alla sua città. Qualche giorno prima si era sentita poco bene e aveva fatto un tampone in un altro centro poco distante, che aveva però dato esito negativo. La notizia della positività del collega l'ha spinta però a ripetere l'esame e la sua vita è cambiata. 

Julie e Mickaël, innamorati grazie a un tampone

"Ero contrariata e preoccupata. La volta precedente avevo pianto per il dolore. Per fortuna, quando sono arrivata nel centro di Belfort, ho trovato questo giovane che è riuscito a farmi dimenticare l'ansia che avevo", racconta oggi Julie, che lavora come infermiera nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale Émile Muller di Mulhouse, a L'Est Républicain. Quel giovane era proprio Mickaël Peter, coetaneo gentile e rassicurante dietro l'armatura sterile che serviva a proteggerlo, tra mascherine, visiera protettiva, cuffia e camice. Tra di loro è scattato subito qualcosa, tanto che hanno iniziato a parlare, dimentichi di tutto, finché un collega di Mickaël non si è affacciato per vedere se fosse tutto a posto.

Una volta fatto il test ed essersi salutati, la conversazione è proseguita sui social. Una settimana dopo i due si sono incontrati per la prima volta dopo l'episodio del tampone e da allora non si sono più lasciati. "Non eravamo riusciti a vederci senza mascherina, io non mi ero nemmeno accorta che avesse la barba - ricorda ridendo Julie - In ogni caso, da allora non ci siamo mai lasciati. Non siamo stati un solo giorno o una sola notte senza l'altro".

Un amore imprevisto, nato nel posto più improbabile che ci sia, nel pieno di una pandemia "senza la quale, alla fine, probabilmente non ci saremmo mai incontrati", chiosa Julie. 

Fonte: L'Est Republicain →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Julie e Mickaël, innamorati grazie a un tampone: "Senza la pandemia non ci saremmo mai incontrati"

Today è in caricamento