Lunedì, 2 Agosto 2021

Lotta all'assenteismo, l'arma segreta dell'Inps: un software per scovare i "fannulloni seriali"

L'anticipazione de Il Messaggero. Il sistema "Savio" incrocerà i dati in possesso dell'Inps e scoverà i nomi degli assenteisti: un algoritmo deciderà le visite fiscali

Rivoluzione nella lotta all'assenteismo da parte dell'Inps. Come rivela Il Messaggero, da settembre i controlli sulle assenze dei dipendenti pubblici potranno essere effettuati anche d'ufficio, senza che il dirigente ne faccia richiesta.

L'Istituto avrà a disposizione "un'arma segreta": un nuovo software che, incrociando i dati dell'Inps, scoverà i nomi degli "assenteisti seriali" e consentirà un piano di verifiche "selettive". Il tutto grazie a "un algoritmo in grado di elaborare degli indici di rischio sui lavoratori che si assentano per malattia, ma malati non sono".

Il sistema si chiama "Savio" ed è pensato per sconfiggere in particolare il fenomeno delle assenze a ridosso del fine settimana o dei festivi.

Il ministero del lavoro ha inviato al Consiglio di Stato il decreto interministeriale che disciplina le nuove visite fiscali. Il testo conferma che l’orario di reperibilità per gli statali resti di sette ore, dalle nove alle tredici la mattina, e dalle quindici alle diciotto il pomeriggio. Per i lavoratori privati, invece, i controlli potranno essere effettuati, come già accade oggi, dalle dieci alle dodici e dalle diciassette alle diciannove. Non è escluso, però, che in futuro si proceda con una armonizzazione.

Tutto ciò è una conseguenza del Polo unico delle visite fiscali, che sarà presentato domani dall’Istituto di previdenza e che diventerà operativo dal primo settembre. 

Fonte: Il Messaggero →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta all'assenteismo, l'arma segreta dell'Inps: un software per scovare i "fannulloni seriali"

Today è in caricamento