Giovedì, 24 Giugno 2021

Il Paese dove finisci in carcere se insulti qualcuno su WhatsApp

Insultare qualcuno per via telematica può essere punito con una multa salata: se non pagata, si rischia il carcere. Succede negli Emirati Arabi

Gli insulti online potrebbero costare caro non solo agli utenti di Facebook, per i quali è prevista una multa di cento euro per ogni giorno di permanenza delle frasi incriminate sul social network. Insultare qualcuno su WhatsApp può diventare un grosso rischio se la giurisprudenza di un Paese stabilisce che si tratta di un reato.

Prestino attenzione, quindi, tutti coloro che abbiano intenzione di fare una vacanza negli Emirati Arabi Uniti. La Corte Suprema Federale di Abu Dhabi, come riporta il sito Emirates247.com, ha infatti stabilito che una semplice multa di tremila dirham (circa 280 euro) è da considerare una punizione troppo blanda e ha ribaltato la sentenza di un tribunale nei confronti di due uomini che si erano insultati per via telematica.

Con la nuova legge, infatti, chiunque verrà sorpreso a minacciare o ad aggredire verbalmente qualcuno su WhatsApp sarà multato per ben 250 mila dirham (poco più di ventitré mila euro). La multa va pagata immediatamente, pena l'arresto per i cittadini degli Emirati Arabi e l'espulsione per gli stranieri. 

Fonte: Emirates 247 →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Paese dove finisci in carcere se insulti qualcuno su WhatsApp

Today è in caricamento