Usa, afroamericano ferito alle spalle dalla polizia “davanti ai figli”: nuova notte di proteste

Le autorità hanno imposto il coprifuoco nella città di Kenosha, nel Wisconsin. Condanna anche da parte di Biden

Foto Ansa

Lotta tra la vita e la morte Jacob Blake, l'afro-americano colpito alle spalle da sette colpi di pistola esplosi da un agente di polizia a Kenosha, in Wisconsin. La cittadina vicina a Milwaukee ha vissuto la seconda notte di proteste da parte degli abitanti del posto che non ci stanno a lasciare impunita la condotta degli agenti. È stato necessario l'arrivo della Guardia nazionale per provare a sedare le rivolte che hanno infiammato anche la notte scorsa. Militari e agenti di polizia hanno letteralmente imposto il coprifuoco che però è stato sfidato dalle persone scese in strada a protestare. È stato necessario l'utilizzo di gas lacrimogeni per provare a sedare le proteste. Si sono affrontati i 125 uomini della Guardia nazionale e gli agenti della polizia contro centinaia di persone che hanno lanciato bottiglie incendiarie e usato fuochi d'artificio. Il luogo simbolo contro cui si è riversata la rabbia dei manifestanti è stato il tribunale locale.

Il coprifuoco in città

Le autorità hanno imposto il coprifuoco intorno alle 20 di ieri sera, lunedi 24 agosto, ma gli scontri sono cominciati circa mezz'ora dopo. “No justice, no peace”, “senza giustizia, nessuna pace” urlavano i manifestanti. Un grido di dolore che si è riverberato nelle strade d'America più volte durante gli ultimi mesi. Gli slogan sono poi sfociati in atti di violenza contro le auto e un camion della nettezza urbana è stato dato alle fiamme. Il primo lancio di lacrimogeni in realtà ha infiammato ancora di più gli animi con scontri che sono durati tutta la notte. La seconda di confronto tra gli agenti in tenuta antisommossa e i manifestanti. Anche nel corso della giornata si sono verificati degli scontri. In particolare la tensione è salita in occasione dello spostamento della conferenza stampa del sindaco John Antarmian. In un primo momento si sarebbe dovuta svolgere in un parco ma per motivi di sicurezza è stata spostata all'interno della caserma della polizia. I manifestanti appena hanno avuto la notizia si sono riversati in massa nei pressi dell'edificio assaltandolo. Sono riusciti anche a sradicare dai cardini una porta d'ingresso prima che intervenissero gli agenti con lo spray al peperoncino che ha colpito anche un fotografo dell'Associated Press.

Le indagini 

Intanto proseguono le indagini per capire i motivi del gesto dell'agente che ha sparato. Con la pubblicazione dei video la dinamica è ormai tristemente nota. Blake si stava avvicinando alla sua auto. A bordo c'erano i suoi figli e quando ha aperto la portiera dal lato guidatore l'agente gli ha sparato alle spalle. Secondo alcuni testimoni, i poliziotti gli urlavano di buttare via un coltello. In realtà nessuno dei presenti è riuscito a vedere se aveva un'arma tra le mani. Blake è stato colpito alle spalle con sette colpi di pistola esplosi in rapida successione. A riprendere tutto c'era il 22enne Raysean White che con il suo cellulare ha documentato la scena in un video. Immagini postate sui social network e che hanno fatto il giro del mondo venendo postate anche da personaggi famosi come il rapper 50cent che ha usato parole durissime contro gli agenti. Lo stesso ha fatto il candidato dei Democratici alla corsa alla presidenza di novembre, Joe Biden. "Questa mattina, la nazione si sveglia ancora una volta con dolore e indignazione per il fatto che un altro americano di colore sia vittima di una forza eccessiva. Quei colpi perforano l'anima della nostra nazione". Queste le parole di Biden a cui si sono contrapposte quelle dei Repubblicani e dei sindacati di polizia che invitano a non giungere a conclusioni affrettate sulla vicenda.

Attenzione immagini forti:

👀No way what the fuck kinda law enforcement is this? Shot this man 7 times in his back, in front of his kids.🤦‍♂️

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un post condiviso da 50 Cent (@50cent) in data:

Fonte: The Guardian →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento