Giovedì, 5 Agosto 2021

Attentati di Bruxelles, uno dei kamikaze faceva le pulizie al Parlamento Europeo

Najim Laachraoui, uno dei due kamikaze dell'aeroporto di Bruxelles, aveva lavorato come uomo delle pulizie al parlamento europeo

Nella foto, Najim Laachraoui

Uno dei due jhadisti che si sono fatti saltare all'aeroporto di Bruxelles il 22 marzo scorso aveva lavorato come uomo delle pulizie, diversi anni fa, nella sede del parlamento europeo. Lo ha reso noto lo stesso europarlamento in una nota diffusa oggi, senza precisarne le generalità. Una fonte vicina all'inchiesta ha riferito alla France presse che si tratta di Najim Laachraoui.

Laachraoui ha lavorato al parlamento europeo "per un mese nel 2009 e un mese nel 2010". Laachraoui è sospettato di aver fabbricato gli ordigni usati negli attentati di Parigi dello scorso novembre, perchè tracce del suo Dna vennero rinvenute su alcuni degli esplosivi. L'europarlamento ha tenuto a precisare che al momento dell'assunzione la sua fedina penale risultava pulita: "Come richiesto dal contratto, l'azienda di pulizie aveva presentato al parlamento europeo prove dell'assenza di precedenti penali".

Cittadino belga, Laachraoui era originario di Schaerbeek. Nel febbraio 2013 era partito per la Siria come “foreign fighter” e un anno dopo nei suoi confronti era stato spiccato un mandato d’arresto internazionale. Nel 2009 si era diplomato all’Institut de la Sainte Famille d’Helmet, una scuola cattolica: "Non perdeva una lezione, un allievo modello", dice la direttrice.

Fonte: BBC News →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentati di Bruxelles, uno dei kamikaze faceva le pulizie al Parlamento Europeo

Today è in caricamento