Venerdì, 14 Maggio 2021
Stati Uniti d'America

La donna che cerca il suo vero padre e scopre che ha massacrato una famiglia

Kathy Gillcrist ha raccontato la sua storia in un libro: adottata alla nascita, nel 2017 si è messa alla ricerca dei suoi veri genitori, facendo delle scoperte sconvolgenti

Kathy Gillcrist

Nel 1957 una neonata di nome Kathy Gillcrist venne data subito in adozione. Quella bimba è poi cresciuta, diventando una ragazza e poi una donna, senza pensare troppo all'identità dei suoi veri genitori. La famiglia che l'aveva accolta e accudita l'aveva sempre amata, con Kathy che non aveva mai avuto un buon motivo per turbare questo equilibrio.

Poi nel 2017, la donna ormai 60enne ha iniziato a fare delle ricerche sul proprio Dna, con la speranza di trovare fratelli o sorelle. Kathy ha rintracciato subito la cugina Susan Gillmor, che a sua volta l'ha aiutata nella ricerca genetica. Come raccontato alla Cnn, la prima scoperta scioccante riguardava la madre naturale: la donna aveva avuto altri sei figli, dati tutti in adozione. Ma il vero shock avvenne quando saltò fuori il nome del padre naturale: William Bradford Bishop Jr. L'uomo nel 1959 si era unito in nozze con un'altra donna, poi, nel 1976 aveva massacrato a martellate la donna insieme ai loro tre figli di 5, 10 e 14 anni e la nonna. Un "assassino di massa", un serial killer ancora ricercato dall'Fbi, inserito nella lista dei più pericolosi in circolazione. 

Le autorità, che lo hanno cercato in lungo e in largo, anche in Europa, credono che sia ancora in vita: oggi avrebbe 84 anni. Dopo aver ucciso brutalmente la sua famiglia William Bradford Bishop Jr. guidò dal Maryland alla Carolina del nord, per andare a seppellire i corpi nei boschi del parco nazionale delle Smoky Mountains, dove la polizia ritrovò la sua auto. Di lui non vi era nessuna traccia. Durante le indagini è emerso un profilo psicologico tormentato, un carattere violento e pericoloso. Soffriva di ansia, depressione e insonnia perenne per cui prendeva diversi farmaci. Qualche giorno prima del delitto un suo collega di lavoro aveva ricevuto una promozione a cui l'uomo aspirava, un 'colpo' che potrebbe aver scatenato la sua furia omicida.

Kathy Gillcrist ha appena pubblicato un libro che racconta la sua storia dal titolo 'It's in my Genes', in cui sottolinea alcune somiglianze con il padre-killer: anche lei soffre d'insonnia e ansia

Fonte: Cnn →

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La donna che cerca il suo vero padre e scopre che ha massacrato una famiglia

Today è in caricamento