"La mascherina non la mettiamo". Prima gli insulti ai giornalisti, poi l'aggressione agli agenti

Tre giovani denunciati a Ponte Milvio, un'altra aggressione a Trastevere. A Roma la nuova ordinanza del Ministero della Salute non va già agli habitué della movida

Foto ANSA

Tre giovani di età compresa tra i 20 e i 25 anni sono stati denunciati a Ponte Milvio, quartiere della movida romana, per aver aggredito una pattuglia di vigili urbani che avevano chiesto il rispetto delle norme anti-Covid. Due agenti, un uomo e una donna, sono finiti in ospedale per farsi medicare.

Secondo RomaToday, tutto è iniziato quando i giovani hanno preso di mira, insultandoli, alcuni fotoreporter che erano lì per documentare la serata.

I vigili si sono frapposti per sedare gli animi, quindi hanno intimato ai ragazzi assembrati di mettere la mascherina così come da legge. A quel punto pero è scattata l'aggressione fisica. Gli agenti feriti hanno riportato contusioni guaribili in 3 e 7 giorni. 

Un'altra aggressione a Trastevere

Episodio analogo a Trastevere dove due uomini, esortati da una pattuglia di carabinieri a indossare le mascherine durante la loro passeggiata in piazza Santa Maria in Trastevere in quel momento piena di persone, hanno iniziato a dare in escandescenze: uno in particolare ha inveito, offeso e minacciato i militari che, a quel punto, hanno portato i due amici in caserma. 

Per entrambi è scattata la sanzione di 400 euro a testa per la violazione delle norme anti-Covid, mentre il più esagitato, un romano di 50 anni pregiudicato, è stato anche denunciato a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mascherine obbligatorie, cosa prevede l'ultima ordinanza del governo

L'ultima ordinanza del Ministero della Salute prevede l’obbligo "dalle ore 18.00 alle ore 06.00 sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale". Dal 17 agosto le mascherine sono diventate obbligatorie anche nei dehors dei locali, negli spazi all’aperto di pertinenza di esercizi pubblici e/o privati, oltre che per le strade e nelle piazze qualora non si riesca a mantenere il distanziamento fisico. 

Fonte: RomaToday →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento