Giovedì, 26 Novembre 2020

Con i sintomi del Covid organizza due feste per il compleanno del figlio: tutti in quarantena

Gli operatori della Asl ricoperti di insulti dagli invitati che non hanno gradito la disposizione della quarantena obbligatoria. La donna risultata positiva al test rischia una denuncia penale

Ha messo a repentaglio la salute di decine di persone per non voler rinunciare a festeggiare il compleanno del figlio di 8 anni e ora rischia una denuncia penale la donna di Ladispoli che ha organizzato due feste in casa invitando una trentina di persone, la prima con i parenti e la seconda con gli amici.

Peccato che la donna avesse i sintomi acclarati del Covid 19 con febbre e tosse. Ora la donna risultata positiva al coronavirus e 60 persone sono state costrette all'autoisolamento e a sottoporsi a loro volta ai test.

Ladispoli, 60 persone in quarantena dopo una festa di compleanno

Il sindaco di Ladispoli ha stigmatizzato il comportamento della compaesana. "Come Amministrazione comunale intensificheremo i controlli, in particolare sul rispetto dell’obbligo di indossare la mascherina - ha dichiarato Alessandro Grando - ma, come già detto in passato, per superare questo momento c’è bisogno di collaborazione da parte di tutta la città".

Rabbia da parte dei convitati che non hanno gradito l'avvio della quarantena. Come spiega Federica Angeli su La Repubblica avrebbero finito col prendersela con gli operatori della Asl Roma 4 attaccandoli con insulti e offese.

Altri partecipanti si sono invece scagliati contro l'incauta padrona di casa che ha messo a repentaglio la salute di decine di persone per non voler rinunciare a festeggiare il compleanno del figlio.

Fonte: La Repubblica →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con i sintomi del Covid organizza due feste per il compleanno del figlio: tutti in quarantena

Today è in caricamento