Il figlio va male a scuola, per punizione lo lascia fuori casa di notte senza vestiti

I fatti risalgono al dicembre 2015, a Rovigo. Il padre fu arrestato e ora il gip lo ha rinviato a giudizio per maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate

E' stato rinviato a giudizio un padre che era stato arrestato per aver chiuso fuori casa seminudo il figlio 15enne perché non voleva più andare a scuola, dopo averlo bacchettato con una canna di bambù.

Il caso risale al dicembre 2015, come racconta l'edizione di Rovigo de Il Gazzettino. Tutto scaturì dai brutti voti portati a casa dal ragazzo, che avrebbe poi urlato ai genitori di non volere più andare a scuola. Il padre lo percosse su gambe e schiena con un bambù e poi lo chiuse fuori di casa, con soltanto gli slip addosso. Verso l'una di notte una vicina si accorse della presenza del ragazzo, che implorava aiuto, e chiamò il 112.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il padre era stato arrestato e portato nel carcere di via Verdi di Rovigo e ora il gip Pietro Mondaini lo ha rinviato a giudizio per le ipotesi di reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate. 

Fonte: Il Gazzettino →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento