rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024

Bufera sul ministro: "I poveri devono lavorare di più, come i cinesi"

Fanno discutere nel Regno Unito le parole di Hunt, ministro della Sanità

"I poveri devono lavorare di più, come i cinesi, e devono cambiare la loro mentalità". Fanno discutere nel Regno Unito le parole di Jeremy Hunt, ministro della Sanità del gabinetto Cameron e uno dei volti nuovi dei conservatori. Secondo Hunt i lavoratori in difficoltà economiche non hanno diritto a ricevere nessun tipo di sussidio, ma dovrebbero "semplicemente" cambiare mentalità e lavorare di più. Dichiarazioni forti, che hanno sollevato immediatamente un vespaio di polemiche. Il ministro ha parlato dopo il congresso dei Tory in corso a Manchester. La visione di Hunt (e di tutto il governo) è quella di far procedere di pari passo una riduzione dei benefit sociali e una riduzione delle tasse

La stampa non ha preso bene le parole di Hunt e molte testate hanno messo in risalto il fatto che queste dichiarazioni provengano da uno dei politici più ricchi d'Inghilterra: "Non è accattabile, scrive ad esempio il Mirror, sentire conservatori milionari, impartire lezioni a persone che lavorano dannatamente duro, spesso in cambio di bassi salari". Anche nei Tory ci sono voci discordanti; ad esempio, il sindaco di Londra Boris Johnson ha chiesto che non ci siano tagli al welfare per la fasce più deboli della popolazione, che svolgono quasi sempre i lavori più duri, senza i quali la Capitale si fermerebbe, scrive il Telegraph.

Fonte: The Telegraph →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bufera sul ministro: "I poveri devono lavorare di più, come i cinesi"

Today è in caricamento