Martedì, 19 Ottobre 2021

La lettera dell'11enne Flavia alla bulla che la perseguita: "Non spegnerai mai la mia luce"

La ragazzina cremonese è stata premiata dal prefetto per il suo coraggio e la sua determinazione

A undici anni, una studentessa di Cremona ha scritto una lettera aperta alla bulla che l'ha presa di mira a scuola. Nella lettera, pubblicata sul quotidiano La Provincia di Cremona, la giovane Flavia Marchini si rivolge "con affetto e compassione" alla "cara bulla", elencando tutti i soprusi subiti dall'inizio dell'anno scolastico, tra violenze verbali e fisiche e messaggi in cui la ragazzina le augurava la morte.

Mesi terribili, durante i quali Flavia ha raccontato di essere spesso tornata a casa in lacrime e di aver cercato per tanto tempo di capire perché dovesse sopportare tutto questo. Le parla con semplicità, con gentilezza e le sue parole così franche rendono l'elenco delle angherie di cui è stata vittima ancora più agghiacciante, considerato che vengono da una "ragazzina delle medie", capace di augurare la morte a una coetanea.

Farmi trovare sul banco tanti, tanti teneri
«bigliettini d'amore» anonimi...

Bigliettini in cui non vedi l’ora di vedermi morta, bigliettini in cui esprimi
il tuo sentimento di gioia nel giorno del mio
funerale, che secondo i tuoi calcoli,
sarà tra poche settimane, vero?

Pensa un po’, sono convinta invece che questa decisione spetti solo a Dio,

e non a una ragazzina delle medie...
mi sbaglio forse?

Veramente desidereresti la mia MORTE?
Veramente desidereresti vedere morire
un altro essere umano?

Poi le dice: "Se è vero che da un lato hai cancellato in me ogni illusione del mio mondo dorato di bambina, scaraventandomi nel 'magico e grigio' mondo degli adulti... dall’altro lato ti ringrazio perché ogni tua azione mi dà una carica e una grinta tali, che impiego nello sport con ottimi risultati! Lo sai che ho vinto la mia prima medaglia? Che emozione!!".

Cara bulla,
volevo solo farti sapere che
MAI
MAI
MAI
riuscirai a spegnere la mia luce
e la mia voglia di vivere.
MAI!
E se mai lo vorrai,
io sono qui .... e...
mi raccomando i cioccolatini!

Con affetto e compassione.

Flavia è stata ricevuta e premiata dal prefetto di Cremona, Vito Danilo Gagliardi e sottosegretario all'istruzione Peppe De Cristofaro l'ha ringraziata con un post su Facebook: "Con il tuo coraggio e la tua forza hai alzato un muro e hai creato un ponte. E hai mostrato a tutti noi - conclude De Cristofaro - e a noi adulti prima di tutto, che il bullismo non si affronta sommando violenza a violenza, ma rompendo la morsa di silenzio e paure di cui si nutre".

Fonte: La Provincia di Cremona →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lettera dell'11enne Flavia alla bulla che la perseguita: "Non spegnerai mai la mia luce"

Today è in caricamento