Domenica, 7 Marzo 2021

Lettera dal carcere di Massimo Bossetti: "Innocente, mai smetterò di lottare"

Dopo la sentenza della Cassazione che ha confermato l'ergastolo, Bossetti ha scritto all’inviato di News Mediaset Enrico Fedocci che ha seguito sin dal principio il caso

"Caro Enrico, fai giungere a tutti la voce di un innocente condannato al carcere a vita senza MAI potersi difendere. Questa non è una cosa da paese civile. Io sono INNOCENTE e lo griderò finché avrò voce". Poche righe scritte a mano su un foglio bianco. Massimo Giuseppe Bossetti dal carcere scrive all’inviato di News Mediaset Enrico Fedocci che ha seguito sin dal principio il caso del brutale omicidio di Yara Gambirasio, dalla scomparsa della 13enne, il 26 novembre 2010, fino all’arresto del carpentiere di Mapello e alla condanna in Cassazione dello scorso 12 ottobre.

Per la prima volta Bossetti commenta, e lo fa chiedendo al giornalista di dare spazio e voce alle sue parole, "gridando la sua innocenza", nonostante ormai il giudizio su di lui sia diventato definitivo. “MAI smetterò di lottare con i miei avvocati che mi difendono per sincera convinzione e amore di Giustizia – scrive ancora il 48enne - per dimostrare la mia INNOCENZA!!"

bossetti lettera newmediaset-2

Esisterebbe anche un'altra lettera che Bossetti ha scritto in questi giorni dal carcere: sarebbe indirizzata ai genitori di Yara. 

Nessuna indiscrezione sui contenuti della missiva. Bossetti nei prossimi giorni potrebbe essere trasferito ad altro istituto di pena, dove potrà cominciare – come lui stesso ha chiesto – a lavorare.

Gallery

Fonte: TgCom24 →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lettera dal carcere di Massimo Bossetti: "Innocente, mai smetterò di lottare"

Today è in caricamento