Sabato, 25 Settembre 2021

Una brigata libica blocca le barche dei migranti verso l'Italia

Lo rivela un'inchiesta esclusiva dell'agenzia Reuters

In Libia sarebbe attivo un gruppo armato - denominato Brigata 48 - per impedire che le imbarcazioni che trasportano migranti salpino da Sabrata, la città a ovest di Tripoli che finora è stata il "trampolino" per i trafficanti di esseri umani. Proprio l'azione della Brigata 48 sarebbe all'origine del drastico calo di partenze. Lo rivela un'inchiesta esclusiva dell'agenzia Reuters, che getta nuova luce sul forte calo dell'arrivo di migranti in Italia.

Fonti da Sabrata riferiscono che il gruppo impedisce ai migranti di imbarcarsi con ogni mezzo, anche rinchiudendoli. La Brigata 48 "lavora sul terreno, sulla spiaggia, per impedire che i migranti si imbarchino verso l'Italia", dice un attivista che preferisce restare anonimo. Sarebbe composta da "civili, poliziotti, esponenti militari" e starebbe conducendo "'una campagna molto forte' lanciata da 'un ex boss della mafia', spiega una seconda fonte da Sabrata, che segue da vicino le attività dei trafficanti". 

Secondo un'altra fonte citata dall'agenzia, il gruppo sta cercando "legittimazione e sostegno finanziato dal governo di Tripoli, sostenuto dall'Onu" e dispone di un "centro di detenzione per migranti tornati indietro o strappati ai trafficanti". 
 

Fonte: Reuters →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una brigata libica blocca le barche dei migranti verso l'Italia

Today è in caricamento