rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023

Campi Flegrei sotto osservazione: "Qui sotto cresce un lago di magma"

Il volume delle emissioni è cresciuto di circa dieci volte negli ultimi dieci anni, spiega a Repubblica Francesca Bianco, direttrice dell'Osservatorio Vesuviano dell'Ingv. "Sapere quando avverrà un'eruzione non è facile", dice, "ma più la lista di anomalie si popola, più l'incertezza si riduce"

A Pozzuoli, nella caldera del supervulcano dei Campi Flegrei, il più grande e pericoloso d'Europa , il nucleo incandescente sta salendo verso la superficie e il suolo si è alzato di 25 centimetri, insieme a u  aumento del rapporto tra anidride carbonica e acqua nelle fumarole.

Sotto al terreno, ci sarebbe un lago di magma in risalita che sembra aver formato un bacino sotterraneo di 3-4 chilometri di diamtri e 3 di profondità. Nel 2012 la Protezione Civile ha innalzato i livello di allerta da verde a giallo (attenzione), ma l'allarme resta moderato, come scrive Repubblica.

"Sapere quando avverrà un'eruzione non è facile - spiega Francesca Bianco, direttrice dell'Osservatorio Vesuviano del'lngv - Flegrei sono come un'enorme spugna piena di magma e fluidi. Fra la nostra incapacità di prevedere i terremoti e la nostra capacità di prevedere il meteo di domani, i vulcani sono a metà strada, un po' spostati verso le difficoltà dei terremoti. Ma più la lista delle anomalie si popola, più l'incertezza si riduce".

L'indice di pericolosità esplosiva è di sette su una scala di otto, nella caldera vicino circa mezzo milione di persone. 

Fonte: La Repubblica →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campi Flegrei sotto osservazione: "Qui sotto cresce un lago di magma"

Today è in caricamento