Giovedì, 21 Ottobre 2021
Archiviazione lontana

Luca Morisi: perché il caso non è chiuso

"È prematuro parlare di archiviazione" spiega la pm. Si indaga, non si tratta di un caso di voyeurismo ma di una vicenda di droga

"Qualcuno chiederà scusa a Luca Morisi?" Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini durante una diretta su Facebook. "Onore e amicizia per me vengono prima di tutto e non sono parole né di destra né di sinistra", ha aggiunto.

In realtà il caso non è chiuso. L'indagine prosegue. Lo spiega a Repubblica la procuratrice capo di Verona, Angela Barbaglio: "È prematuro parlare di archiviazione, il pm a cui è stato affidato il fascicolo sta conducendo altri accertamenti. Ogni ipotesi, compresa quella che vede Morisi vittima di un possibile ricatto dei due escort romeni, è al vaglio".

Insomma, il senso è: si indaga, non si tratta di un caso di voyeurismo ma di una vicenda di droga. Viste le modiche quantità rinvenute (una bustina nascosta dentro un libro con 0,31 grammi di polvere bianca e tracce di polvere su due piatti), l’ipotesi di spaccio probabilmente cadrà. "Ma, certamente, Morisi ha comprato cocaina. E l’ha data ai due ragazzi", scrive Repubblica. La droga dello stupro sarebbe stata portata da uno dei due escort, Al. Ma col pm l'altro escort, Petr, ha "ammesso di aver fatto uso, durante l’incontro avvenuto tra le 8 e le 17 del 14 agosto, sia di Ghb sia di cocaina. In quantità importanti, tanto da essere costretto ad andare al pronto soccorso perché strafatto. E questo per Morisi può essere un problema".

Il consumo di gruppo è una fattispecie prevista dal Codice penale. La giurisprudenza dice questo: non è punibile se è volontario e soprattutto partecipato, ossia se tutti coloro che fanno uso di stupefacente insieme hanno contribuito economicamente ad acquistarlo. In questo caso è uso personale. Altrimenti, è vietato, perché si configura la cessione di modiche quantità: il reato per cui Morisi è tuttora iscritto sul registro degli indagati. Se Morisi, attraverso il suo bravo avvocato Fabio Pinelli, riuscirà a dimostrare che la cocaina offerta ai suoi due ospiti faceva parte del pagamento delle prestazioni sessuali, otterrà l’archiviazione.

Fonte: La Repubblica →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luca Morisi: perché il caso non è chiuso

Today è in caricamento