Lunedì, 27 Settembre 2021

Non va a lavoro per la morte del cane: licenziata, ma una petizione potrebbe cambiare tutto

"Siete favorevoli a concedere un giorno di congedo anche per la morte degli animali?" La petizione prende il largo dopo il caso di Emma McNulty, cameriera scozzese che chiede un'estensione delle prerogative del congedo per lutto

Foto di archivio

Licenziata perché il giorno dopo la morte del suo cane non si era presentata al lavoro. Inutile spiegare al datore di lavoro il legame affettivo che la legava al Millie, un Yorkshire terrier con cui era cresciuta, per una 18enne scozzese è scattato il licenziamento in tronco.

Ma Emma McNulty ha lanciato su Change.org una petizione per chiedere che la legge sul congedo per lutto sia riconosciuta anche nel caso in cui si perdano agli animali domestici, e in poche ore l’iniziativa ha fatto il giro del mondo.

Congedo per lutto

Come Emma ha spiegato al Daily Telegraph anche la morte di un cane può lasciare devastati psicologicamente: "Non potevo presentarmi a lavoro perché ero troppo devastata e stavo male fisicamente". La 18enne sostiene come un animale domestico abbia la stessa importanza di un membro della famiglia. "È tempo che le aziende lo riconoscano".

Tante le parole di apprezzamento raccolte da una campagna che in queste ore sta arrivando anche in Italia.

Congedo per animali domestici

Anche nel nostro Paese infatti non esiste una legge specifica. Benché la Cassazione in una sentenza del 2007 abbia affermato l’esistenza di un "diritto al permesso retribuito per l’assistenza dell’animale domestico" poiché "la non cura di un animale di proprietà - sostiene la Corte - integra il reato di maltrattamento degli animali", l'ordinamento italiano non riconosce il congedo per lutto per la morte di un animale domestico. Una lacuna che ora questa petizione che arriva dall'estero potrebbe spingere a colmare.

Fonte: Daily Telegraph →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non va a lavoro per la morte del cane: licenziata, ma una petizione potrebbe cambiare tutto

Today è in caricamento