rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024

Igor, indagini su madre e sorella: "È stato aiutato dalla Serbia durante la fuga"

Secondo gli inquirenti il pluriomicida ha avuto contatti (diretti o indiretti) con la madre e la sorella che vivono a Subotica. L’ipotesi, scrive il Corriere della Sera, è che un suo familiare, che in questi mesi si è spostato spesso in Austria ogni volta dopo aver ricevuto un messaggio WhatsApp, sia andato a Vienna per incontrare qualcuno legato a Feher

Igor è  in cella di isolamento a Saragozza, può solo chiedere di ricevere libri o affittare un tv dallo spaccio del carcere.

Le indagini proseguono a ritmo serrato. Si cerca di capire con chi fosse in contatto in questi mesi il criminale.

Igor "il russo" è stato arrestato

Secondo gli inquirenti il pluriomicida ha avuto contatti (diretti o indiretti) con la madre e la sorella che vivono a Subotica. L’ipotesi, scrive il Corriere della Sera, è che un suo familiare, che in questi mesi si è spostato spesso in Austria ogni volta dopo aver ricevuto un messaggio WhatsApp, sia andato vicino Vienna per incontrare qualcuno legato a Feher.

In Italia gli investigatori aspettano di ricevere la registrazione dell’interrogatorio che ha rilasciato domenica scorsa alla pm di Alcaniz. 

Grazie ai software spia la traccia audio potrà essere incrociata con le centinaia di intercettazioni che i carabinieri del Ros hanno fatto in questi otto mesi e mezzo. Il killer potrebbe infatti aver parlato con una delle 500 persone che sono state tenute sotto controllo. 

E' uno dei metodi utilizzati per stringere il cerchio intorno ai fiancheggiatori, che si sospetta siano stati almeno una dozzina tra l’Italia, la Francia, la Spagna e la Serbia, vecchie amicizie e familiari.

Igor arrestato, gli amici di Davide Fabbri: "Tolto dalla strada un delinquente senza pietà"

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Igor, indagini su madre e sorella: "È stato aiutato dalla Serbia durante la fuga"

Today è in caricamento