Sabato, 24 Luglio 2021

"Squola" anziché "scuola", orrori da matita rossa in classe: maestra licenziata

L'insegnante è stata allontanata per "asserita incapacità didattica". Gli strafalcioni erano stati segnalati alla preside da alcuni genitori

Immagine d'archivio

Insegnava ai suoi alunni a scrivere "sciaquone" anziché "sciacquone", "squola" in luogo di "scuola": veri e propri orrori ortografici che sono costati il posto alla maestra di una scuola del Veneziano, licenziata dal ministero per "asserita incapacità didattica". Lo riferisce La Nuova Venezia. Il caso era scoppiato nel 2015, quando i genitori di alcuni alunni, dopo aver segnalato svariati episodi alla preside, hanno iniziato a non mandare più a scuola i loro figli.

Maestra inadatta le proteste dei genitori

Il motivo? Comprensibile. "I nostri figli imparano male - si erano lamentati i genitori -, copiano gli errori alla lavagna. Meglio tenerli a casa, tanto a scuola non imparano".

Come dargli torto? Secondo quanto segnalato dagli alunni, l’insegnante oltre che con le "c" e le "q" aveva anche problemi con le doppie. Insomma, non padroneggiava a sufficienza la lingua italiana.

Scuola, maestra licenziata per incapacità didattica

 A quasi tre anni di distanza dai fatti la storia ha avuto il suo epilogo. La docente è stata licenziata per manifesta incapacità, una misura sancita ora anche dalla magistratura dal momento che l’insegnante aveva presentato ricorso contro la decisione del ministero.

Fonte: La Nuova Venezia →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Squola" anziché "scuola", orrori da matita rossa in classe: maestra licenziata

Today è in caricamento