Sabato, 10 Aprile 2021

Malata di cancro a 17 anni rifiuta la chemio, ma un giudice la obbliga a curarsi

Il suo caso arriverà presto alla Corte Suprema. Cassandra e sua madre hanno presentato un ricorso contro la decisione del tribunale di costringere la ragazza a proseguire le cure mediche contro il suo volere

HARTFORD (STATI UNITI) - La sua decisione ha aperto un caso senza precedenti nella storia del diritto americano. La 17enne Cassandra, affetta dal linfoma di Hodgkin, ha rifiutato la chemioterapia ma il Dipartimento dei bambini e della famiglia (Dcf) del Connecticut ha deciso di obbligarla a sottoporsi alle cure mediche, e ora lei sta portando avanti la sua battaglia legale.

Dopo le prime due sedute di chemio, Cassandra ha deciso - in accordo con sua madre - di sospendere il trattamento. Le autorità, invece, ritengono che debba proseguire con le cure perché potrebbero aumentare le sue aspettative di vita e di guarigione.

Un giudice ha autorizzato il Dipartimento a prendere tutte le decisioni mediche per conto della ragazza, ma lei e sua madre hanno impugnato la sentenza del tribunale. Il caso di Cassandra arriverà giovedì alla Corte Suprema del Connecticut. Fino a che non sarà presa una decisione, la ragazza dovrà sottoporsi alla chemioterapia.

"La Corte Suprema dello stato non si è mai pronunciata su questo argomento, così come la Corte Suprema degli Stati Uniti. Per questo è molto importante, non soltanto per il nostro cliente, e per il minore, ma anche per la legge in generale", ha dichiarato Michael Taylor, l'avvocato assunto dalla madre di Cassandra. 

Fonte: Cbs News →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malata di cancro a 17 anni rifiuta la chemio, ma un giudice la obbliga a curarsi

Today è in caricamento