Mercoledì, 2 Dicembre 2020

Il marito vuole ucciderla: malata di Sla si salva battendo le ciglia

La storia di Tatiana arriva da Torino: suo marito, in preda alla disperazione, voleva ucciderla per poi suicidarsi. Ma lei è riuscita a dare l'allarme: ha lanciato un sos con gli occhi

Una storia incredibile quella di Tatiana, una ragazza malata di Sla che è riuscita a salvarsi da un omicidio. Suo marito, 35 anni, in preda alla disperazione, voleva ucciderla e poi togliersi la vita. Il dramma però è stato evitato grazie alla sua prontezza. 

La donna ha lanciato un sos battendo le ciglia davanti al dispositivo elettronico che usa per parlare e scrivere: "Fabrizio minaccia il suicidio, vuole uccidere anche me". Così l'allarme è arrivato a suo fratello che ha subito chiamato i carabinieri. L'uomo aveva il divieto di avvicinarsi alla casa della donna poiché era stato arrestato qualche tempo prima per direttissima e aveva ricevuto questa severa disposizione dal tribunale: "Sono andato fuori di testa per lo stress - ha ammesso davanti al giudice - A Tatiana non ho mai fatto del male e mai ne avrei fatto. Sono stato lasciato solo con lei e mi sembrava di non farcela più" ha concluso.
 

Fonte: Corriere.it →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il marito vuole ucciderla: malata di Sla si salva battendo le ciglia

Today è in caricamento