La terribile fine del turista scomparso: la sua mano trovata nello stomaco di uno squalo

L'uomo si era allontanato dalla riva per fare snorkeling, ma non era più tornato indietro. La moglie ha riconosciuto la fede nuziale recuperata nella pancia dell'animale. Succede nell'isola di Reunion

Foto di repertorio non riferita al contenuto dell'articolo. EPA/NIC BOTHMA

La mano di un turista scozzese di 44 anni è stata trovata nello stomaco di uno squalo tigre catturato al largo dell’isola di Reunion, dipartimento francese nell'Oceano indiano. Stando a quanto scrive la tv locale Réunion La 1ère, l'uomo - di cui non si conosce il nome - era scomparso sabato mentre faceva snorkeling. La moglie avrebbe identificato la sua fede nuziale recuperata durante l’autopsia dello squalo. Del resto del cadavere tuttavia non è stata trovata traccia. 

Non è chiaro se il 44enne sia stato attaccato ed ucciso dall’animale o se sia invece morto per annegamento. Fatto sta che il predatore si è parzialmente cibato del suo corpo. 

Reunion, mano di un turista trovata nello stomaco di uno squalo

L'uomo si era allontanato per fare snorkeling. Non vedendolo tornare a riva la moglie ha chiamato i soccorsi, ma nonostante l’importante dispiegamento di mezzi  il turista non era stato trovato. 

Lo squalo è stato catturato tra lunedì e martedì insieme ad altri quattri esemplari della stessa specie, a circa 6 km dalla laguna de La Saline dove il 44enne era stato visto per l’ultima volta. A trovare i resti dello sfortunato turista sono stati i ricercatori del 'Centre de Sécurité Requin' che hanno immediatamente avvertito le autorità. 

Dove si trova l'isola di Reunion: mappa

Fonte: La1ere Reunion →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento